“In 700 e non 70”: H2o per l’esercito massiccio, la Pezzopane dice no al rimboschimento

Non figuranti, ma un massiccio dispiegamento  dell’esercito. Ben 700 uomini e non 70. A chiederlo è il Forum H2o: “Bisogna dislocare centinaia di uomini con esperienza e relativi mezzi, motoseghe, ruspe, visori, elicotteri per trasporto. È incredibile che tutto ciò possa avvenire nelle aree come l’Afghanistan- dichiarano dal Forum- mentre quando l’emergenza è nel nostro territorio uomini e potenti strumenti restano nelle caserme”. Senza nulla togliere a chi è già impegnato sui diversi fronti incendio dove “Vediamo piccoli comuni e tanti volontari con maggiore esperienza cercare di fare il possibile e anche di più” che però potrebbero essere dirottati in semplici ronde.

Insomma il Morrone avvolto dalle fiamme desta tante, tantissime preoccupazioni. “E’ evidente che dietro ai focolai c’è un disegno criminale- scrive la senatrice Stefania Pez

zopane-. L’ho denunciato fin da subito e le parole del procuratore capo di Sulmona Giuseppe Bellelli lo confermano. Qui qualcuno sta speculando, sta creando bisogni su cui strutturare interessi e in questo contesto alimentare il vespaio politico contribuisce a delegittimare lo Stato”. La Pezzopane propone di “accelerare l’attuazione completa della normativa che ha previsto il passaggio dei forestali ai carabinieri, ma l’innesco degli incendi viene studiato apposta per limitare la possibilità di spegnerli”. Mantenere la calma e soprattutto niente rimboschimento immediato per la senatrice, niente deroghe alla normativa che prevede una attesa di cinque anni. Il rischio di infiltrazioni malavitose è troppo alto, lo ha relazionato la Dia con l’indagine “Isola Felice” grazie alla quale è stata ripercorsa l’intenzione di ndrangheta e mafia di spartirsi l’Abruzzo.

Un impegno straordinario è quel che chiede, invece, la senatrice Paola Pelino: “Faccio appello ai ministri e alle autorità competenti affinché lo sforzo sia massimo e affidato all’esperienza di chi ha già operato in condizioni difficili come questa”. “Se dopo dodici giorni la situazione è ancora così drammatica, vuol dire che tutto il possibile non è stato ancora fatto. Il monte Morrone e l’Abruzzo meritano un’attenzione totale e risolutiva” conclude la senatrice.

Commenta per primo! "“In 700 e non 70”: H2o per l’esercito massiccio, la Pezzopane dice no al rimboschimento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*