Abitanti sentinella e controlli da remoto: arrivano le centraline per la qualità dell’aria alle Marane

Inizieranno entro lunedì, al massimo martedì prossimo, le installazioni di una delle tre centraline che per i prossimi 365 giorni monitoreranno la qualità dell’aria in località Marane, più precisamente nei pressi del sito Noce Mattei del Cogesa. La convenzione stipulata dal Comune di Sulmona con Arta, al costo di 15.000 euro, avrà la durata di un anno e porterà finalmente a galla le reali sostanze che respirano da anni i residenti che, ciclicamente, combattono contro miasmi e tanfo.

Due settimane fa nel sopralluogo fatto dal Comune, Arta e Asl per individuare le zone in cui posizionare le centraline, erano presenti anche alcuni responsabili del Comitato Marane, i quali avranno un ruolo attivo e decisivo in questa fase di analisi. Essi, infatti, saranno occhi, orecchie, ma soprattutto naso dell’Arta. Le centraline, infatti, si avvieranno da remoto con una segnalazione che i delegati di zona invieranno ad Arta. Da quel momento le centraline entreranno in funzione, riempiendo i rispettivi flaconi che, entro le 12 ore successive all’avvertimento, verranno ritirate dai tecnici. Insomma, vere e proprie sentinelle che faranno scattare l’allarme ogni qualvolta dal sito di Noce Mattei arriveranno i cattivi odori.

Ciò consentirà, nel giro di qualche mese, di avere un quadro più chiaro della situazione e capire, finalmente, quale sia l’origine e la criticità che da anni mette a dura prova gli abitanti della zona.

Il ritardo dell’arrivo dell’apparecchiatura, da quanto ha fatto sapere Arta al Comune, è scaturito dal fatto che una società esterna ha dovuto eseguire la taratura sui macchinari da dover installare.

1 Commento su "Abitanti sentinella e controlli da remoto: arrivano le centraline per la qualità dell’aria alle Marane"

  1. Speriamo che si faccia finalmente chiarezza su cosa ci hanno fatto respirare per tutti questi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*