Al mercato con guanti e mascherina. “Quarantena” per chi rientra in Abruzzo

Saranno obbligatorie mascherine e guanti per accedere anche al mercato di piazza Garibaldi che ricomincia la sua attività domani. Lo ha deciso ieri un’ordinanza del presidente della Regione Marco Marsilio (la n° 54), con la quale si disciplina, tra l’altro, anche il rientro degli abruzzesi fuori sede, previsto già a partire dalla giornata di oggi in modo consistente.
Per quanto riguarda i mercati scoperti, in particolare, sono demandati ai singoli Comuni i compiti di organizzazione e controllo: al primo punto c’è, appunto, “l’obbligo di transitare nelle aree mercatali, sia per gli addetti alle vendite che per gli acquirenti, con guanti e mascherine a copertura di naso e bocca”, più facile a dirsi che a farsi, vista l’assoluta carenza di guanti protettivi in tutti i negozi della Valle Peligna. Tra gli obblighi, poi, quelli di non avere più di due acquirenti e due operatori per ogni banco di vendita e quella di individuare, da parte del Comune, un responsabile per l’attuazione delle misure di sicurezza. L’area del mercato dovrà poi essere delimitata e con varchi controllati e separati tra ingresso e uscita (come è stato già previsto a Sulmona).


Per quanto riguarda il rientro degli abruzzesi fuori sede, è fatto obbligo agli stessi di comunicare il loro rientro o telematicamente (https://www.regione.abruzzo.it/content/come-segnalare-il-proprio-ingresso-abruzzo) o telefonicamente (al numero 800 595 459) e dovranno comunque osservare una sorta di “quarantena” obbligatoria di 15 giorni, durante i quali saranno tenuti a controllarsi giornalmente la temperatura (e comunicarla in caso sia superiore a 37,5) e ad indossare mascherine sia negli spazi pubblici, sia in ambienti chiusi privati o domiciliari.
Inutile dire che il “grande rientro” rappresenta uno dei rischi più alti di importazione del contagio dalle aree con un alto indice di R con 0, specie con l’avvio da oggi della cosiddetta fase due che rimetterà in circolo centinaia di migliaia di persone (oltre 300mila lavoratori in Abruzzo).
Distanziamento sociale e dispositivi di protezione sono comunque consigliati per tutti indistintamente, anche se l’obbligo della mascherina è previsto solo in spazi chiusi o, all’aperto, lì dove non è possibile rispettare il metro di distanza (di qui la scelta di doverle indossare anche al mercato all’aperto).

1 Commento su "Al mercato con guanti e mascherina. “Quarantena” per chi rientra in Abruzzo"

  1. Chiaramente guanti e mascherine marcate Pivetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*