Ancora ricoveri in Rianimazione

Il numero dei contagi continua a crescere, ormai come un fuoco che riarde da sotto le ceneri. Un incendio che sembrava solo domato. Altri 18 casi oggi in Abruzzo, con il bilancio totale che ha già superato i 4mila positivi dall’inizio della pandemia e oggi segna 606 in regione ancora affetti dal virus. L’età del tabellino odierno è compresa tra i 15 e gli 82 anni, con 47 persone ricoverate e la terapia intensiva che purtroppo continua a fornire letti e tubi e ossigeno, arrivando a 5 pazienti ricoverati. I morti sono 473, dopo l’aggiornamento arrivato ieri al termine di una lunga pausa.
Dei 18 di oggi, 3 sono della provincia dell’Aquila (con il contagio che torna a farsi vivo a Sulmona), 1 a Chieti, 8 a Pescara, 5 a Teramo, 1 di fuori regione.

2 Commenti su "Ancora ricoveri in Rianimazione"

  1. Si ribadisce che le terapie intensive dovrebbero essere “ispezionabili” da commissioni, anche popolari, per verificare “GLI EFFETTI” delle miscele di ossigeno somministrate. Tutti ci siamo scandalizzati per il povero afroamericano soffocato in strada dal ginocchio della polizia, ma di sistemi più discreti per soffocare gente , nel chiuso degli ospedali ne esistono diversi,e specialmente per guadagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*