Arriva la neve, l’Alto Sangro si prepara alla bianca stagione

Con la neve già sulle cime, in Alto Sangro ci si prepara alla stagione mettendo a punto le piste da sci sulle quali si sta intervenendo

per renderle più larghe, verdi e sicure. Oltre a lavorare su un migliore collegamento tra i diversi comprensori sciistici, il Consorzio Skypass Alto Sangro è intervenuto nella diffusione della segnaletica, dei materassi e coloranti a impatto zero per le piste. Interventi che vanno avanti da circa cinque mesi.

A monte Pratello, per iniziare, è stato effettuato l’intervento più impegnativo sulla pista nera del “Bosco” con l’allargamento del tracciato nella parte centrale e il montaggio di nuove reti di sicurezza a protezione degli sciatori; è stata collegata la pista rossa “7Bis” e la nera “Variante Lago d’Avoli” di Pizzalto che permetterà di tornare direttamente alla stazione di partenza della seggiovia esaposto di Pizzalto. Questo collegamento precede di circa 200 metri quello da sempre attivo, che dalla “7Bis” porta alla partenza della sciovia dell’Orso. Altri interventi sono stati realizzati sulla pista di “Crete Rosse” dove è stata addolcita e allargata la curva all’altezza della partenza dello ski-lift. Opere d’inerbimento sono state messe a punto sulla “Panoramica” e sulla “Rossa”.

A Pizzalto  l’attività d’inerbimento ha interessato il collegamento che dalla pista “Paradiso” porta all’Aremogna, quello che dalla stazione d’arrivo della seggiovia esaposto porta a Monte Pratello e la parte alta della pista nera Lago d’Avoli; collegate anche le sciovie “Paradiso” direttamente all’area di “Crete Rosse” di Monte Pratello; è stata allargata la pista e messa in sicurezza con  300 metri di nuove reti di protezione frangivento sulla “Paradiso” di destra, nella parte che precede il grande parteerre della Baita “Paradiso”. Attivo anche il collegamento che porta dalla “Paradiso” alla “Peter Pan”, la nuova pista per principianti servita dalla stazione intermedia della cabinovia a dieci posti Pizzalto-Gravare.

E poi il bacino dell’Aremogna, interessato dal potenziamento del sistema d’innevamento programmato nelle aree del Macchione e della Gravare, c’è stato un intervento sulla pista “Azzurrina”. Si tratta del tracciato che parte dalla nuova cabinovia a dieci posti Gravare-Toppe del Tesoro dove è stata addolcita un’impegnativa curva al termine del primo tratto. Più verde, più comodo e più sicuro, dopo l’inerbimento, anche il collegamento che conduce a Pizzalto.

Commenta per primo! "Arriva la neve, l’Alto Sangro si prepara alla bianca stagione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*