Assemblea provinciale del Pd: risoluzione contro Snam. “Nessuno scontro in segreteria”

“Conferma incondizionato sostegno in tutte le sedi, politiche e istituzionali, alla lotta contro la realizzazione della centrale e del metanodotto. Impegna i propri eletti a continuare la battaglia nelle rispettive sedi istituzionali. Esprime solidarietà alla battaglia dei comitati e dei movimenti civici impegnati”: è questa la risoluzione contro la Snam approvata dall’assemblea provinciale del Pd tenutasi sabato scorso a Sulmona nella sede di corso Ovidio.

Un documento condiviso da tutti i presenti e che traccia il solco di quanto già percorso dal partito nelle diverse risoluzioni e atti che si sono susseguiti negli anni, fino all’ultima risoluzione approvata nell’ottobre del 2015 dal consiglio regionale.

“Un’assemblea viva e vivace – ha detto il segretario provinciale Francesco Piacente – che non è stata toccata dalle parole di una ex iscritta, ora fuoriuscita”. Nella direzione non c’è stato alcuno scontro tengono a precisare i Dem e numeri alla mano, considerando cioè la minore affluenza di elettori alle urne rispetto al 2018 e i dati assoluti cresciuti, il partito in città ha migliorato la sua performance.

L’ottimismo del Pd era stato bollato sabato stesso dalla ex presidente del circolo Teresa Nannarone come ingiustificato, non solo per i numeri, ma anche per la provenienza del consenso che, nell’ultima campagna elettorale, ha visto al fianco dei candidati Dem il sostegno dei civici e dello stesso Gerosolimo.

4 Commenti su "Assemblea provinciale del Pd: risoluzione contro Snam. “Nessuno scontro in segreteria”"

  1. Sala piena non ci entrava, abbiamo seguito i lavori dallo schermo gigante posizionato sulle scale dela Nunziata. D altronde una riunione dei vertici provinciali era prevedibile che ci stavano 14 persone in sala!

  2. Avete governato da sempre, per giunta senza essere votati e non avete fatto niente per evitare la centrale anzi siete stati complici, adesso che ci volete far credere, siete destinati a sparire, per educazione non aggiungo altro..

  3. … soltanto “ Ex iscritta, ora fuoriuscita“ ?
    Ma non ha ricoperto la carica di presidente del circolo Pd di Sulmona?
    … Boh… meno male che non mi reco ai seggi da anni…

  4. Per carità, non potete comportarvi come i signor no, professionisti e non, di Sulmona. Voi siete un partito che ha, bene o male, governato il Paese e vorrebbe continuare a farlo nel futuro. Il vostro parere dovrebbe essere legato a valutazioni attuali, a medio e lungo termine della situazione ambientale attuale della valle Peligna e se, sommando l’impatto previsto per la centrale si superano i livelli di sicurezza ambientale previsti dalle norme in vigore. Io fino ad oggi non ho visto l’ombra. Ho solo visto manifestazioni per dire no. Oltre a quanto detto occorre tener presente la situazione energetica ed economica attuale,a breve e medio termine almeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*