Bastonate ad un 14enne perché suona il citofono di casa, denunciato 68enne di Raiano

Prende a bastonate un ragazzino perché ha suonato il campanello di casa. Un sessantottenne di Raiano è stato così denunciato dai carabinieri per lesioni e porto abusivo di arma atta ad offendere, ovvero il bastone con cui ha colpito un quattordicenne e che ora è stato sequestrato.

L’episodio è accaduto ieri a Raiano dove era in corso la festa di paese. Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, l’uomo, che non ha precedenti e anzi è descritto come persona tranquilla, si sarebbe scagliato contro un quattordicenne residente a Sulmona, ma la cui famiglia è originaria di Raiano, con un bastone di quelli che si usano per andare in montagna, dopo che il ragazzino avrebbe suonato al campanello di casa.

I carabinieri, che nelle prossime ore dovranno ascoltare la vittima, stanno ora cercando di capire i motivi del gesto: se cioè la reazione sia stata dovuta al semplice e vecchio scherzo del citofono, oppure se vi sia stato un battibecco già prima in strada tra i due.

Fatto è che il sessantottenne ha colpito con il bastone sulla testa il ragazzino, che ha riportato una ferita non grave per fortuna, con una prognosi all’ospedale di Sulmona, dove è stato trasportato, di tre giorni.

5 Commenti su "Bastonate ad un 14enne perché suona il citofono di casa, denunciato 68enne di Raiano"

  1. Non bussate a quella porta.

  2. Sblinda a destra | 16 Maggio 2022 at 13:19 | Rispondi

    Il sequel di “non aprite quella porta”

  3. Ok punire il sessantottenne se ha esagerato !!!! Ma pure il giovane che va spaccando il caxxo alla gente ha bisogno di una sanzione…..sennò è lo stato che incentiva il fai da te !

  4. Ammesso che non doveva suonare a quella porta c’era bisogno di bastonate… questo già può qualificare il signore. Perché invece non diamo un buon esempio a questi ragazzi con un linguaggio migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*