Batteri coliformi ed escherichia coli: acqua non potabile nel centro storico di Pettorano sul Gizio

Una vera doccia fredda, verrebbe da dire, visto che da sempre l’acqua del fiume Gizio rappresenta un’eccellenza del territorio, specie in quello comunale di Pettorano. Oggi, però, a seguito delle analisi dell’Arta sulle due fontane pubbliche di Piazza Umberto I e via Raffaele Vitto Massei la ASL ha comunicato questa mattina al Comune che l’acqua non è conforme ai valori di riferimento previsti dalla normativa vigente.

Per questo motivo è stato chiesto al Sindaco, Antonio Carrara, di correre ai ripari. Ecco perché, sul sito del Comune pettoranese, è comparso l’avviso che vieta di bere l’acqua delle fontane interessate e dell’intero centro storico di Pettorano sul Gizio, il quale è servito dallo stesso serbatoio delle fontane in questione.

I valori di batteri coliformi ed escherichia coli, rilevati alle due fontane, risultano essere non conformi a quelli di riferimento previsti dalla normativa. Pertanto il Sindaco ha provveduto ad emanare l’ordinanza e a contattare la Società di gestione delle acque per gli interventi del caso. L’acqua non potrà essere usata per bere ma potrà essere utilizzata per gli altri usi, compreso la preparazione degli alimenti, previa bollitura. L’ordinanza rimarrà in vigore fino al al rientro dei valori entro i limiti previsti dalla normativa vigente e alla ripetizione delle analisi da parte della A.S.L. N.1 Avezzano Sulmona L’Aquila Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione. 

Commenta per primo! "Batteri coliformi ed escherichia coli: acqua non potabile nel centro storico di Pettorano sul Gizio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*