Bimillenario, la storia “Tristia”

Ci voleva tutta l’accidia dei sulmonesi, condita dalla instabilità politica che regna da un quindicennio, per arrivare in ritardo ad un bimillenario. Ad un terzo del cammin di nostro anno, infatti, accesi e spenti i fuochi del convegno internazionale e del Certamen (gli unici programmati da tempo), la città di Ovidio si interroga ancora sul…

Il contenuto di questo articolo è riservato ai membri Sostenitore

Registrati per continuare la lettura dell’articolo.
Sei sei gia iscritto, fai il Login
Visita la nostra pagina per saperne di più! InfoAbbonamenti