Blitz razzista, Di Lorenzo condannato a 5 anni e 2 mesi di reclusione

E’ stata emessa oggi la sentenza a carico di Serafino Di Lorenzo, 43enne di Sulmona, il quale, assieme a Nicola Spagnoletti, diede atto a un vero e proprio blitz all’interno dell’ex centro d’accoglienza della Casa Santa dell’Annunziata nel giugno del 2018. Un’aggressione nei confronti di un 23enne del Gambia, ferito con una coltellata, che è valsa ai due l’accusa di tentato omicidio con l’aggravante dell’odio razziale, nonostante i due avessero negato questo movente.

Oggi è stato il giorno della sentenza di un caso che fu di ampio respiro mediatico, anche sulla cronaca nazionale. Per Di Lorenzo la condanna è di 5 anni e 2 mesi di reclusione. Spagnoletti, invece, aveva preferito la via del rito abbreviato, ricevendo così una pena pari a 6 anni di carcere.

12 Commenti su "Blitz razzista, Di Lorenzo condannato a 5 anni e 2 mesi di reclusione"

  1. 2018 – 2022, 4 anni trascorsi

  2. Ma si possono dare 5 anni di reclusione a Serafino? Ci dovrebbe essere essere una legge che lo vieta

  3. Si. Anche quella 🙂

  4. Speriamo solo li sconti e non che glieli scontino.

  5. Grazie ❤️

  6. In Italia funziona,purtroppo,al contrario siamo ospiti a casa nostra e dobbiamo farci una ragione.io non avendo fatto un’azione e non essere stato presente nell’atto sovrascritto,ho preso una sentenza,per me ingiusta,cmq il legislatore deve tutelare di più chi è “in casa propria”perché ora dobbiamo stare attenti a ciò che si scrive e si dice.facciamoci un’esame di coscienza,aiutiamo e interveniamo per tt coloro che ne hanno bisogno,però,senza mai cambiare il ruolo di ospite con cittadino italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*