Botte alla moglie, finisce in carcere

I carabinieri di Sulmona hanno tratto in arresto ieri a Navelli un 43enne di origine straniera riconosciuto colpevole del reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. L’uomo è stato prelevato dall’abitazione e trasferito nel carcere di Frosinone dove dovrà scontare una pena di due anni di reclusione.

La vicenda risale in realtà a qualche anno fa, quando l’uomo venne denunciato dalla moglie per averla picchiata in più occasioni. Già al tempo ricevette un’ordinanza cautelativa di allontanamento dall’abitazione comune.

Una meticolosa attività di indagine è riuscita poi a dimostrare la fondatezza dei maltrattamenti e di conseguenza a sostenere in giudizio, fino all’ultimo grado di giudizio, la sua colpevolezza.

Per questo il 43enne è stato prelevato ieri e tradotto dietro le sbarre.

Commenta per primo! "Botte alla moglie, finisce in carcere"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*