Camerata musicale, ecco “la migliore stagione d’Abruzzo”

Ventisette appuntamenti tra cui sette orchestre sinfoniche, due operette, due balletti e ancora musica classica, da camera, pop e un’opera, La Traviata, come solo a Sulmona, Avezzano e Chieti accade in Abruzzo. La Camerata Musicale Sulmonese ha presentato questa mattina la sua nuova stagione che partirà il prossimo 13 ottobre per conludersi il 29 marzo 2020. Una stagione “intensa, corposa e di alta qualità – spiegano il direttore Gaetano Di Bacco e il presidente Antonio Tanturri – senza dubbio tra le migliori se non la migliore della regione”.

Uno sforzo notevole, premiato dal pubblico, che lo scorso anno ha fatto registrare 12mila presenze, e di conseguenza anche dal Fus (fondo unico per lo spettacolo) che ha aumentato di 5mila euro il budget (fino ad arrivare quest’anno a 54mila euro). Nell’attesa delle decisioni sul contributo regionale, come sempre appeso agli stanziamenti dell’ultima ora, la Camerata Musicale Sulmonese può però contare quest’anno sull’appoggio incondizionato della Fondazione Carispaq, con il neo presidente Domenico Taglieri che si è detto “disposto a tutto”.

Un punto di forza culturale, ma anche di attrazione turistica: allo studio dell’associazione, infatti, ci sono pacchetti turistici per l’Alto Sangro e i flussi della neve che ricomprendono visite guidate, navette di collegamento e l’ingresso al Caniglia la domenica. “Oltre all’appuntamento di Capodanno che ormai è diventato molto attrattivo”.

A proposito del Caniglia l’obiettivo è quello di rendere il teatro non solo uno spazio, ma un luogo di produzione o almeno gestito. Sì perchè ad oggi manca un direttore anche solo tecnico che controlli e verifichi, con il service affidato di volta in volta all’unica cooperativa che sa metterci mano e che continua ad operare senza una convenzione ma a singole chiamate. “Prendo l’impegno di risolvere questa cosa – ha spiegato l’assessore alla Cultura, Manuela Cozzi – per garantire almeno un direttore tecnico”. In attesa che ci sia anche un giorno chissà un direttore artistico e che il teatro diventi uno stabile “magari con una Fondazione” hanno convenuto tutti i presenti.

I biglietti vanno dai 5 euro (per i concerti del giovedì) ai 30 euro, con abbonamenti speciali da 50 euro (fino a 17 anni), da 100 euro (dai 17 ai 25 anni) da 150 euro (terzo ordine e anfiteatro) e da 180 euro (platea, primo e secondo ordine). Qui il programma completo.

1 Commento su "Camerata musicale, ecco “la migliore stagione d’Abruzzo”"

  1. nella mia opinione ….questo credersi Dio in terra di mimmo taglieri ha solo stancato …..tanto lo sanno tutti che fa tutto non per bontà di animo ma per accaparrarsi alleanze politiche ! dobbiamo rivedere da capo i nostri valori….e giudicare la gente per le buone azioni non per
    questi falsi buonismi da 4 soldi ! la camerata musicale ringraziasse gli sponsor soprattutto privati che fino a oggi l hanno sostenuta senza ricevere queste sviolinate !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*