Campo di Giove, dimissioni di De Vincetiis non idonee. Consiglio annullato e delibere a rischio

Non sarebbero conformi le dimissioni presentate dal consigliere comunale di maggioranza, Marco De Vincentiis, al sindaco di Campo di Giove, Michele Di Gesualdo. Le dimissioni, infatti, sono pervenute al primo cittadino lo scorso 4 agosto via mail, e nemmeno attraverso la posta elettronica certificata. Oltre a non essere state inoltrate all’intero Consiglio Comunale, le dimissioni di De Vincentiis erano prive di sottoscrizione autografa o originale.

Ciò ha scatenato l’opposizione, composta da Stefano Di Mascio, Antonio Tarulli e Donatella Capaldo. La minoranza, infatti, ha contestato l’inefficacia delle dimissioni ai sensi dell’art. 38, comma 8 del decreto legislativo n. 267/2000, il quale prevede norme stringenti sulle dimissioni dei consiglieri comunali. Tra queste, infatti, è dettato che le dimissioni debbano essere presentate personalmente ed assunte immediatamente al protocollo dell’ente. Un’obiezione che ieri ha portato la segretaria comunale a interrompere e annullare la seduta del consiglio stesso.

Ma il problema della regolarità degli atti, a prescindere dal consiglio di ieri, coinvolge anche l’ultimo consiglio tenutosi il 9 agosto e nel quale aveva preso parte in sostituzione di De Vincentis il primo dei non eletti, Marco Del Mastro. Consiglio nel quale era stata approvata, tra le altre, l’istituzione del Suap, la convenzione finalizzata alla creazione di una green comunity con relativa adesione ai bandi del Pnrr e il mutamento di destinazione d’uso di un terreno.

L’opposizione ora contesta l’inosservanza delle formalità prescritte dalla legge riguardo le dimissioni di De Vincetiis, le quali a detta della minoranza risulterebbero inefficaci e, conseguentemente, inidonee a produrre effetti sia sotto il profilo della sua surroga che sulla regolarità del consiglio comunale svoltosi ieri, 12 settembre, ma anche il 9 agosto con l’annullamento delle relative delibere e di tutti gli atti successivamente adottati dalla giunta nonché dagli uffici dell’ente.

Una battaglia che potrebbe sfociare oltre l’aula consiliare, visto che nelle contestazione si legge che la minoranza è pronta ad andare fino in fondo con le autorità competenti.

Commenta per primo! "Campo di Giove, dimissioni di De Vincetiis non idonee. Consiglio annullato e delibere a rischio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*