Cani scuoiati, c’è l’inchiesta

C’è un’inchiesta aperta dalla procura della Repubblica di Sulmona sul caso dei cani da caccia (di razza Setter) ritrovati a Bugnara nei giorni scorsi e che si ipotizza siano stati “scuoiati” al fine di rimuovere i microchip che avevano per poterli poi abbandonare senza essere rintracciati.
Il servizio veterinario della Asl ha infatti segnalato la notizia di reato che ipotizza il maltrattamento di animali: una denuncia al momento contro ignoti che gli inquirenti sperano al più presto di rendere noti.
A tal proposito sono in corso le indagini tese soprattutto ad individuare la provenienza di queste povere bestie, trattate, se la ricostruzione dei fatti dovesse essere confermata, come carne da macello. Di certo si tratta di cani padronali, perché di razza e perché ben tenuti, oltre che molto socievoli.


Le ferite, hanno accertato i veterinari della Asl, risalgono a circa una settimana-dieci giorni e con molta probabilità, ma non con certezza, sarebbero state causate da un taglio finalizzato a estrarre il microchip dagli animali. Un sospetto che si è fatto più concreto dopo il ritrovamento del secondo cane di razza Setter, trovato con lo stesso tipo di ferita (sulla parte sinistra del collo dove si inserisce di solito il microchip) del primo cane ritrovato. La Asl in realtà ha recuperato altri due cani di un branco più grande che sono stati abbandonati presumibilmente con i primi: si tratta però di cuccioli, senza ferite, perché ancora senza microchip.
I due animali feriti sono stati trasferiti nel canile sanitario di Sante Marie per essere curati: le ferite erano piene di pus e l’infezione diffusa. Uno dei due cani presenta inoltre evidenti macchie che fanno presumere ad una qualche forma di malattia, che potrebbe essere anche il motivo della decisione di abbandonarli. Sui cani sono stati eseguiti dei prelievi per capire di cosa si tratta e soprattutto se potranno essere curati.

Commenta per primo! "Cani scuoiati, c’è l’inchiesta"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*