Carnevale: sfilata senza carri a Sulmona

Sarà un carnevale senza carri quello di Sulmona, o meglio con una grossa incognita sulla loro presenza. Sì perché a 7 giorni dalla festosa sfilata del martedì grasso il Comune non ha ancora la certezza se si presenteranno i carri o meno. Al momento l’unica disponibilità è quella di alcuni carri che sfileranno domenica a Pratola Peligna – un buon modo di perseverare nella “pratolanizzazione” messa in atto dalla nuova Giunta Casini.

Eppure all’amministrazione comunale una proposta da Sulmona era arrivata, è stato Ivan Giampietro della Venus e dell’Associazione Culturale Internazionale che con largo anticipo aveva chiesto di organizzare la sfilata dei carri in cambio del pagamento da parte del Comune della Siae e della realizzazione del piano sicurezza. Nulla da fare, il leitmotiv è il solito “i soldi non ci sono” e così ci si è rivolti ad una serie di associazioni che organizzeranno la sfilata dei gruppi in maschera e forse dei carri – in questo caso a detta dell’assessora Cozzi si occuperebbero loro delle spese per il piano sicurezza.

Il programma del ponte di carnevale è stato presentato questa mattina in Comune dall’assessora Manuela Cozzi, da Ivan Giampietro e da Santo Cicco di Fantacadabra Teatro. Il 23 febbraio, alle 16, al Teatro Caniglia si terrà la 52esima edizione della Mascherina d’Argento, organizzata da Venus e dell’Associazione Culturale Internazionale, dove saranno ospiti il volto noto di Rai1 Beppe Convertini e Alessandro Mancini, abruzzese vincitore del concorso “Il Bello d’Italia”. Fantacadabra Teatro terrà invece due spettacoli ispirati alla poetica e alla vita di Gianni Rodari “Favole al telefono”. Si svolgeranno al cinema Pacifico giovedì 20 e mercoledì 26 febbraio, con inizio degli spettacoli alle 9 e alle 11.

Savino Monterisi

7 Commenti su "Carnevale: sfilata senza carri a Sulmona"

  1. I soldi non ci sono ma ricordo che furono spesi circa euro 3000 x l’acquisto di alcuni alberi credo 3 di Natale x essere poi lasciati nel dimenticatoio

  2. che ti aspetti da un comune che pensa a brindare per aver ripulito una peschiera della villa comunale come fosse un’impresa storica ?? vergogna

  3. un comune,in cui un assessore è moroso per affitti arretrati da anni…!!!!

  4. gianluca petrella | 18 Febbraio 2020 at 11:02 am | Rispondi

    Si fa’ presto a criticare il comune ma bisogna ricordarsi bene che il popolo attraverso le elezioni ha la possibilità di scegliere da chi farsi governare. Quindi alle prossime elezioni cerchiamo di non votare i nomi ma bensì i programmi…. Ed invece di criticare il popolo deve controllare durante il mandato che i programmi vengano eseguiti.

    • Si fa’ presto a criticare il comune ma bisogna ricordarsi bene che il popolo attraverso le elezioni ha la possibilità di scegliere da chi farsi governare. Quindi alle prossime elezioni cerchiamo di non votare i nomi ma bensì i programmi…. Ed invece di criticare il popolo deve controllare durante il mandato che i programmi vengano eseguiti.

  5. Controllare e pretendere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*