Caso Napoli, Febbo esulta per l’archiviazione: “Cifre impressionanti grazie al ritiro dei partenopei”

E’ soddisfatto Mauro Febbo, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, riguardo l’archiviazione del procedimento istruttorio relativo al contratto tra la Regione Abruzzo e la Società Sportiva Calcistica Napoli calcio. Il provvedimento della Corte dei Conti, infatti, riferisce che non vi è stato sperpero di denaro pubblico in merito all’organizzazione dei ritiri della società partenopea in Alto Sangro, fino al 2025 e con possibilità di un’ulteriore proroga

“Con il Napoli è stato formalizzato un contratto che sin dal primo momento ci è sembrato corrispondente alle esigenze di marketing turistico-sportivo abruzzese e tale, numeri alla mano, si è dimostrato – spiega Febbo -. Alcuni esponenti del Movimento 5 stelle hanno però ritenuto di dover fare una segnalazione alla Corte dei Conti, evocando un presunto danno causato alle casse regionali, partendo da congetture totalmente infondate e, soprattutto, non valutando l’effettiva utilità e convenienza per l’economia turistica del territorio e dell’intera regione. Sostenevano tra l’altro che per lo stesso evento – il ritiro estivo – la Regione Trentino corrispondesse al Napoli la somma di 156.000 euro a fronte del milione + Iva erogati dall’Abruzzo. Ma il Trentino si avvale, per la promozione turistica, dell’apposita Agenzia regionale che agisce in nome e per conto della Regione i cui pagamenti sono contabilizzati nel proprio bilancio,  per cui l’importo totale è pressoché identico”.

Febbo non risparmia continue frecciate rivolte ai pentastellati. “A questa incredibile lacuna dei grillini però se ne aggiunge un’altra più grossolana – aggiunge il capogruppo di Forza Italia – il non aver considerato la ricaduta economica generata dalle migliaia di appassionati e tifosi che nel periodo del ritiro, e successivamente, avrebbero visitato la nostra regione. Un conto è il Trentino a 600 Km di distanza, un conto è Castel di Sangro a 100 km da Napoli. Le presenze turistiche relative ai pernottamenti del comprensorio dell’Alto Sangro sono quasi raddoppiate così come la ricaduta occupazionale che ha subito un incremento del +150% (occupazione temporanea); inoltre, l’economia del cosiddetto “mordi e fuggi” (presenze giornaliere) ha raggiunto cifre impressionanti. I risultati della promozione turistico-sportiva dell’area e dell’intera regione sono percepibili anche nel periodo invernale anche in altre aree attenzionate come la Via verde dei Trabocchi e di questo anche i Magistrati contabili hanno tenuto conto. Come sempre avevo fiducia nell’operato della Magistratura che ha confermato la trasparenza e l’economicità del nostro operato. Spiace dover sottolineare che questa inchiesta genererà sì danni alle casse della Regione che non ricadranno sulle spalle di chi l’ha pretestuosamente promossa ma sarà a carico di tutti i cittadini”.

Tutto giusto, o almeno in parte visto che lo stadio “Patini” di Castel di Sangro ha faticato, e non poco, a racimolare numeri di presenze confortanti durante le gare pre-campionato degli uomini di Spalletti. Un esempio, su tutti, è stata la prima delle quattro gare della scorsa estate ospitate dalla struttura, quella contro i turchi della Adana Demirspor di Vincenzo Montella. Qualche pagante in tribuna. Totalmente vuoto il settore distinti, così come le due curve. Un dispendio energetico praticamente infruttuoso a livello di rientro economico dalla vendita dei biglietti.

2 Commenti su "Caso Napoli, Febbo esulta per l’archiviazione: “Cifre impressionanti grazie al ritiro dei partenopei”"

  1. Napoli e dintorni

  2. Mentre i Residenti scappano
    Il cemento avanza in tutto Alto Sangro
    Chiudono scuole. Sanità. Trasporti. Banche. Parrocchie
    CASTEL DI SANGRO
    2018/2022 – 216 abitanti
    ROCCARASO
    2018/2022 – 130 abitanti
    SALDO NATURALE ANCORA PEGGIO
    MOTTO DEL TERRITORIO VENDI E SCAPPA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*