Circonvenzione d’incapace, a giudizio consulente finanziario

Un’eredità spostata sull’acquisto di una casa mai ultimata: uno scheletro, in realtà, mai diviso, ha sostenuto la parte civile rappresentata dall’avvocato Teresa Nannarone, per il quale una donna di 49 anni aveva sborsato 50mila euro di acconto senza avere in cambio uno straccio di contratto preliminare.
Con l’accusa di circonvenzione di incapace, oggi il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Sulmona, ha rinviato a giudizio Raffaele Presutti, consulente finanziario, e sua moglie Paola Pagliaro sul cui conto erano finiti i soldi.
I fatti risalgono tra la fine del 2011 e l’aprile del 2012, quando, secondo l’accusa, Presutti avrebbe convinto la sua cliente, affetta da gravi problemi psichici, tanto da tentare il suicidio ed entrare in cura al Centro di salute mentale, a togliere i soldi ricevuti in eredità dal padre deceduto, dal suo conto in banca per fare un “grande affare” e cioè acquistare la casa di proprietà del consulente, ancor in costruzione, in via Gorizia.
Il tutto senza averle dato in cambio un contratto scritto e, nei fatti, neanche l’immobile (il cui prezzo era stato fissato in 230mila euro).
Presutti, sostiene la procura, avrebbe personalmente eseguito i bonifici, approfittando della completa fiducia che godeva da parte della donna e della conoscenza delle sue password bancarie, da lui stesso create.
Quando la donna si era decisa a rivolgersi ad un legale, quindi, Presutti non solo non le aveva restituito i soldi, ma aveva intentato nei suoi confronti una causa risarcitoria da 100mila euro.
Le due cause civili seguite hanno dato ragione alla donna, tant’è che nel 2016 il consulente aveva restituito i 50mila euro alla 49enne.
Ora però la vicenda è finita sui banchi del tribunale penale e Presutti e la moglie sono stati rinviati a giudizio per avere in sostanza “abusato dello stato di deficienza psichica” della vittima “inducendola a compiere una fittizia operazione di investimento immobiliare”.
La prima udienza è fissata al prossimo settembre.

Commenta per primo! "Circonvenzione d’incapace, a giudizio consulente finanziario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*