Cittadinanza a Pompeo, Rinnovamento bacchetta l’opposizione

Un Regolamento in elaborazione quello per il conferimento della Cittadinanza Onoraria e di Benemeranza a Pacentro. A farlo sapere è il gruppo consiliare Rinnovamento viste le polemiche che hanno coinvolto il segretario di Stato Usa Mike Pompeo già dal suo passaggio a Pacentro.

“Evento imprevisto allora – scrive Rinnovamento -, ma a cui la cittadinanza e l’amministrazione pacentrana hanno saputo rispondere con la serietà e la autorevolezza del caso, ricevendo i più sentiti e convinti apprezzamenti da parte dei coniugi Pompeo e dello staff al seguito”.

Dopo le operazioni militari in Medio Oriente e l’intervento dell’associazione peligna “Un solo pianeta”, “ecco di nuovo l’opposizione, o chi per essa, improvvisamente destarsi dal letargo – prosegue Rinnovamento -, ed in maniera opportunistica, spinta come al solito dalla sola volontà di apparire e di farsi garante di pseudo problemi della cittadinanza, dare il via (o così sembra!) ad una raccolta di firme per il conferimento della cittadinanza onoraria a Mike Pompeo (che ha sicuramente ben altri problemi a cui pensare!), dimenticandosi però alcuni passaggi essenziali. L’opposizione infatti dimentica o non sa che suddetto conferimento, il più alto e prestigioso per una comunità, deve rispondere a criteri oggettivi e universalmente riconosciuti da parte di tutti, sia pacentrani che non”.

Secondo Rinnovamento, quella dell’opposizione è una azione legata ad un semplice “cavalcare l’onda della polemica e della visibilità fine a se stessa?! L’opposizione dimentica o non sa che Pacentro ha subìto un danno di immagine in passato, quando la mala gestione della cosa pubblica ha portato al fallimento del paese. Forse l’opposizione dimentica o non sa che è solo grazie al gruppo Rinnovamento e all’azione dell’amministrazione comunale, unitamente al sostegno di tutti coloro che hanno sempre avuto a cuore il paese, ad aver restituito lustro e prestigio a Pacentro, che oggi è unanimemente riconosciuto quale modello di efficienza e di virtuosismo amministrativo. Si rassegni dunque l’opposizione perché la strumentalizzazione di tali questioni, la cui complessità evidentemente non può essere sciolta con formule grossolane e concetti confusi, è essa stessa un danno di immagine per il paese…’sebbene se ne parli'”.

2 Commenti su "Cittadinanza a Pompeo, Rinnovamento bacchetta l’opposizione"

  1. Antonio Blasetti | 14 Gennaio 2020 at 6:15 pm | Rispondi

    Una polemica strumentale. La cittadinanza a Pompeo è stata concessa perché il bisnonno era un cittadino pacentrano espatriato negli Usa per trovare lavoro e una vita dignitosa, come tanti altri pacentrani, abruzzesi, meridionali e non solo. Ora accusare coloro che hanno onorato Pompeo appare pretestuosa, infantile e inutile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*