Cogesa, il Comune approva le nuove tariffe. Ma avverte: “Ora prendiamo il controllo”

Non c’è l’invito per una cena romantica al chiar di luna, ma un difficile e lento percorso di “riappacificazione” che dovrà passare per la sincerità, la trasparenza e la condivisione. La “storia d’amore e odio” tra Cogesa e Comune di Sulmona è probabilmente giunta ad una fase di svolta: o ci si rimette insieme sul binario o il “matrimonio” e il patrimonio va in fumo. A “rischio fallimento” azzarda, correggendosi subito dopo per il tono eccessivo, il consigliere comunale Mimmo Di Benedetto.

Si parte e si parla con gli atti, però, nella pubblica amministrazione, fa notare il sindaco Gianfranco Di Piero e, per il momento, i sulmonesi aprono solo una linea di credito a riscontro con la società partecipata. Il Pef e le nuove tariffe per il 2022 approvate questa mattina in consiglio comunale, infatti, disconoscono comunque le richieste fatte dalla società, fissando e limitando l’aumento, già dal conguaglio di dicembre, del 3,5%, invece che di circa il 9% che era stato paventato; ma allo stesso tempo il Comune si è impegnato per i prossimi anni a recuperare il dovuto. “Con una differenza sostanziale – fa notare l’assessora alle Partecipate, Katia Di Marzio – che d’ora in poi controlleremo passo passo le spese, gli investimenti, le assunzioni, la qualità e quantità del servizio, magari riuscendo ad incidere in modo da evitare gli aumenti previsti”.

In altre parole: è cambiata l’aria e il controllo analogo torna o comincia, ad essere più precisi, a svolgere la funzione per il quale è stato inventato. Operazione che, oltre ai richiami, alle diffide, passa anche per uno snellimento dell’organo che già lunedì dovrebbe uscire dalla palude assembleare al quale è stato ridotto.

Una volta tornati con le redini in mano, allora, si potrà cominciare anche a parlare del futuro della gestione del ciclo dei rifiuti, punto su cui insiste il consigliere di Sbic, Maurizio Balassone. “Anche perché è bene non dimenticare – aggiunge il sindaco Di Piero – che qui ci sono gli impianti e la discarica e insieme dovremo avere la forza, anche in vista del subentro dell’Agir, di evitare che Noce Mattei diventi la discarica d’Abruzzo”.

2 Commenti su "Cogesa, il Comune approva le nuove tariffe. Ma avverte: “Ora prendiamo il controllo”"

  1. Il cambiamento è avvenuto con un aumento delle tariffe? Ottima notizia direi…che bravi amministratori

  2. Mafammlupiacere | 30 Giugno 2022 at 15:28 | Rispondi

    Il comune controllerà le spese gli investimenti, le assunzioni..uaaaahhhh!! hihihihihi..ahahahah,uuuuaaaaahhhhhh ve prego su…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*