Commissioni on the road e banchi deserti: la maggioranza in affanno

Una maggioranza in affanno, nel vero senso della parola: di corsa lungo la strada, con due membri di commissione collegati tramite telefonino da piazza Garibaldi per evitare di far saltare per la seconda volta consecutiva la commissione Bilancio per il numero legale. E ancora, subito dopo, con la seconda commissione, che doveva approvare il contratto di locazione della scuola materna di via Crispi al Borgo San Panfilo, che non raggiunge i numeri e viene dichiarata nulla.

Una giornata convulsa quella consumata questa mattina tra palazzo San Francesco e la piattaforma Civicam, saltata, tra l’altro, proprio durante la discussione sul punto più importante, ovvero la convenzione che il Comune di Sulmona si appresta a firmare con la Provincia di Pescara per dividersi la segretaria comunale.

Una scena paradossale quella consumata in prima battuta, quando il consigliere Franco Di Rocco, poi nominato presidente di commissione in sostituzione del dimissionario Andrea Ramunno, vista l’ora tarda è andato a recuperare il consigliere Di Masci in piazza Garibaldi per evitare che la seduta si chiudesse per la seconda volta con un nulla di fatto. Raggiunto Di Masci, quindi di Rocco si è collegato con il telefonino e dalla piazza, con il voto di Di Masci, si è garantito la presidenza della commissione.

I due poi sono andati a palazzo San Francesco per proseguire la seduta che era in modalità mista, ma che ha subito, proprio nel momento più importante, quando si doveva cioè decidere sulla convenzione che di fatto metterà una segretaria a mezzo servizio (3 giorni a settimana, come i paesini sotto i 5mila abitanti), un blackout sulla rete, rendendo di fatto la seduta solo in presenza (e per questo si dovrà valutarne la legittimità).

Approvata la convenzione e dato mandato per la gara per la tesoreria, quindi, il Palazzo si è svuotato e l’altra commissione convocata per le 12, quella che doveva decidere sull’affidamento della scuola di via Crispi al Borgo San Panfilo, è andata deserta ed è stata chiusa con un nulla di fatto.

Domani si torna in commissione per dare il via libera al progetto per i lavori che la Saca dovrà fare sul territorio per 750mila euro per migliorare la rete fognaria. Chissà se, per renderla più realistica, qualcuno non deciderà di farla direttamente sul luogo dell’intervento.

4 Commenti su "Commissioni on the road e banchi deserti: la maggioranza in affanno"

  1. bene,Rino ,autorevole,efficace,acuto,efficiente politico/amministratore,in riferimento a degli inconcludenti,incapaci ciarlatani,disse: un circo di nani,ballerine e buffoni…pedate bene assestate,subito la legge,o no?

  2. No comment, ci mancava solo il pic nic e poi si era al completo. Sempre meno giorni all’alba.

  3. Sono quasi cinque anni che assistiamo a queste pagliacciate buffonate ma ancora non siete esausti.
    Sempre meno giorni all’alba alla fine di questa cancrena.

  4. Sandro De Panfilis | 1 Marzo 2021 at 15:56 | Rispondi

    E poi pretendono di sostituirsi anche al Consiglio di stato……Livello infimo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*