“Con Ovidio. La felicità di leggere un classico”, in anteprima al Caniglia

.

“Con Ovidio. La felicità di leggere un classico” il nuovo libro di Nicola Gardini che sarà presentato in anteprima mondiale al teatro Maria Caniglia di Sulmona. L’appuntamento è per domani 19 maggio alle ore 16,30. Il battesimo del volume proprio nella terra natìa, nei tempi e nei luoghi di Ovidio tra il fascino dell’immensa opera e della sua biografia. Ad organizzare l’evento con il consueto entusiasmo di ragazzi, docenti e della preside Caterina Fantauzzi, l’Istituto di Istruzione Superiore Ovidio, con il contributo del Comune di Sulmona per il Bimillenario Ovidiano. Gardini già autore di “Viva il latino” e docente dell’Università di Oxford, è ormai di casa a Sulmona, solo lo scorso aprile ha presenziato nel Convegno Internazionale di Studi Ovidiani assieme a ricercatori e studiosi di spicco del panorama mondiale.  L’evento si  offrirà come un viaggio tra la produzione senza tempo del poeta e la sua vita, nel fascino dell’uomo e dello scrittore, offrendo come d’altronde l’intento del saggio, momenti salienti e spunti per introdurre alla lettura di Ovidio. A scegliere come prestigiosa cornice il teatro cittadino, proprio l’autore che ha voluto sul palco studenti e professori, Gabriella Carugno e Giuliana Presutti; Alberto Angelone, Cecilia Pizzoferrato e Lorenzo Scalzitti leggeranno alcuni versi, tratti dalle Metamorfosi, di cui il prof. Gardini ha curato la traduzione; Chiara Tarquini (cantante lirica e studentessa di Medicina, diplomata al liceo classico tre anni fa), accompagnata al piano dalla prof.ssa Sabrina Cardone, canterà alcune arie tratte dalla Bohème di Giacomo Puccini. Un appuntamento aperto a tutti quello con l’Ovidio a tutto tondo, tra arte, poesia e lettura, sulla scia dei suoi versi immortali, a duemila anni dalla morte, nella sua città natale.

A.D.F.

Commenta per primo! "“Con Ovidio. La felicità di leggere un classico”, in anteprima al Caniglia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*