Concorsone alla Asl, il Tar sospende la graduatoria

Stop alle assunzioni dei dodici operatori socio sanitari alla Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila per le quali, solo ieri, l’azienda sanitaria aveva deciso di dare seguito, anche in relazione alle indicazioni politiche date dall’assessora Nicoletta Verì.

La graduatoria del cosiddetto concorsone approvata in via definitiva il 30 giugno è stata infatti sospesa oggi, a meno di ventiquattro ore dalla delibera per procedere alle assunzioni, dal tribunale amministrativo regionale che ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata da una concorrente di Sulmona.

La donna, rappresentata dall’avvocato Armando Valeri, contesta l’attribuzione dei punteggi e la verifica dei requisiti di atre concorrenti, reclamando un posto tra i primi tre riservisti militari per cui ha concorso.

Di fatto nell’accogliere il ricorso, ovvero la sospensiva, la prima nella Asl 1, il tribunale ha congelato la graduatoria dalla quale la Asl avrebbe dovuto attingere per far entrare in servizio i dodici OSS già dal primo settembre.

Verosimilmente bisognerà attendere la trattazione nel merito, fissata al 5 ottobre, ma bisogna vedere ora cosa deciderà di fare la Asl.

Per due casi simili nella Asl di Teramo, infatti, l’azienda ha deciso comunque di “sfidare” la decisione del giudice, in virtù del fatto che l’udienza di merito, fissata il 13 luglio scorso, è stata rinviata a febbraio 2023.

Commenta per primo! "Concorsone alla Asl, il Tar sospende la graduatoria"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*