Consolidamento e restauro per palazzo Sardi

Sarà un vero e proprio intervento di restauro e di messa in sicurezza del palazzo quello che è stato presentato stamattina dal commissario della Comunità Montana Eustachio Gentile, insieme ai due architetti Nicola Guerra e Antonio Bolino e alla rup Maria Rosaria Greco. Sono 800 mila euro i fondi Cipe messi a disposizione per palazzo Sardi, fondi che il commissario, rimasto ormai senza alcun dipendente in quanto l’ente è in liquidazione, con caparbietà ha voluto che fossero spesi per il progetto dopo diversi intoppi burocratici.

Sono diverse le lesioni alla struttura, in particolare le crepe che colpiscono due volte affrescate. Non solo consolidamento dell’opera ma anche un vero e proprio restauro visto il pregio dei locali interessati, così come saranno restaurati gli affreschi danneggiati dalle crepe. Si interverrà su volte, solai, sottotetto e soffitta in maniera modulare per settori, per non appesantire la struttura. I lavori dovrebbero durare, spiegano i due architetti all’incirca fra i sei e gli otto mesi. Gli stessi auspicano che una volta conclusi gli interventi, i locali possano essere messi a disposizione della città che in tutti questi anni è rimasti all’oscuro del grande patrimonio artistico contenuto nel palazzo.

1 Commento su "Consolidamento e restauro per palazzo Sardi"

  1. Vorrei sapere come iscriversi come società di restauro per gli interventi di consolidamento di Palazzo Sardi.
    Prof. Marco Castracane
    Tel 3299415126

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*