Contagi si torna ai numeri di aprile (+54). Acerbo ricoverato

E’ un’impennata di contagi preoccupante quella che si registra oggi in Abruzzo, la più elevata della seconda ondata, se si pensa che per avere un numero simile di nuovi positivi si deve risalire al 22 aprile scorso, quando cioè l’Abruzzo aveva appena iniziato la fase discendente. Oggi infatti il bollettino regionale segna +54 casi distribuiti più o meno equamente nella quattro province: 12 in quella dell’Aquila, 16 in quella di Chieti, 17 in quella di Pescara e 7 in quella di Teramo.
Crescono anche i ricoveri di 3 unità che arrivano così a 53, 5 dei quali in terapia intensiva. Tra i ricoverati di oggi c’è anche il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Maurizio Acerbo che rassicura su Facebook sulle sue condizioni ringraziando per la vicinanza dimostratagli.
Nel bollettino poi si aggiunge anche un altro morto, a Sulmona, che porta il totale dei deceduti a 474.
Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 679.

Commenta per primo! "Contagi si torna ai numeri di aprile (+54). Acerbo ricoverato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*