Contagi stabili in Abruzzo. Università e Confartigianato insieme per tamponi alle aziende

Rispetto a ieri si registrano 541 nuovi casi Covid in Abruzzo (di età compresa tra 1 mesi e 98 anni). Dei nuovi casi, 321 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 646 (si tratta di un 78enne della provincia di Teramo e di un 58enne della provincia di Pescara). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 5029 dimessi/guariti (+73 rispetto a ieri). 547 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 52 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10353 (+464 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 5237 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+173 rispetto a ieri), 3284 in provincia di Chieti (+57), 3744 in provincia di Pescara (+112), 4486 in provincia di Teramo (+187), 171 fuori regione (+11) e 169 (+1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Intanto ci saranno tamponi molecolari e test sierologici a prezzi calmierati per consentire alle aziende di monitorare la situazione all’interno delle attività, di identificare precocemente eventuali soggetti positivi e di stroncare sul nascere possibili focolai. Sono gli obiettivi della campagna lanciata da Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila che ha sottoscritto un’apposita convenzione con l’università “G. d’Annunzio” di Chieti per l’esecuzione degli esami. Diverse le opzioni previste: dall’analisi dei campioni inviati al Cast (Center for advanced studies and technology) dell’ateneo, all’esecuzione del tampone nella stessa struttura e fino all’esecuzione dei test direttamente in azienda. E’ inoltre possibile eseguire i test sierologici. Si ricorda che il test molecolare è lo strumento ufficiale per la rilevazione del virus Sars-CoV-2.

“In questo momento estremamente difficile abbiamo lanciato questa campagna per rispondere alle esigenze delle imprese in termini di prevenzione e sicurezza – affermano il presidente ed il direttore generale di Confartigianato Chieti L’Aquila, Francesco Angelozzi e Daniele Giangiulli – Nella guerra al virus, prevenzione e diagnostica sono le armi principali a disposizione per contrastare la diffusione del Covid-19. In questo modo le imprese non dovranno preoccuparsi di individuare un laboratorio idoneo, cosa non semplice in questa fase, e potranno contare sulla qualità e sulla professionalità del Cast dell’Università di Chieti”.

Commenta per primo! "Contagi stabili in Abruzzo. Università e Confartigianato insieme per tamponi alle aziende"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*