Corfinio, una sfida elettorale nel segno dell’esperienza

È una sfida fra due candidati di esperienza quella che si concluderà domenica e lunedì a Corfinio e che porterà all’elezione del nuovo sindaco o sindaca. Da un lato Cristina Colella, assessora uscente e che alla continuità con l’amministrazione Colangelo ha affiancato un gruppo di giovani che hanno deciso di non andarsene e investire sul territorio e che si presenta a capo della lista “Corfinio Futura”, dall’altro Romeo Contestabile, un ritorno alla politica dopo l’esperienza di presidente del Consiglio Provinciale, che si presenta con la lista indipendente “Corfinium Rinasce”. A pesare in questa campagna elettorale anomala, le restrizioni anti-Covid che però non hanno fatto mancare il calore e la passione delle persone. “Un paese interressato e attivo” racconta Contestabile, “una vicinanza – spiega Colella – resa possibile anche grazie alle nuove tecnologie”.

Per entrambi i candidati il punto focale del programma è quello della valorizzazione del borgo antico, dei resti archeologici e del territorio corfiniese, per intercettare quei flussi turistici che iniziano ad attraversare con interesse l’Abruzzo. Per Contestabile l’idea è quella di realizzare un albergo diffuso che generi attrazione turistica, per Colella quella di diventare meta del turismo lento, culturale e naturalistico attraverso il coinvolgimento della comunità.

Nel programma elettorale e in quella che potrebbe essere la futura attività amministrativa, per Colella un punto di forza è la prevenzione dai rischi naturali, un’attenzione particolare alla sicurezza del suolo – dal rischio idrogeologico – e alle abitazioni, con la ricostruzione post-sisma che dovrà essere portata avanti. Per Contestabile invece c’è il rispolverare una sua vecchia intuizione politica per creare un “polo universitario peligno”, che aveva provato a realizzare con l’Università dell’Aquila l’apertura di una sede distaccata della facoltà di ingegneria nei locali della provincia di fianco l’Itis a Pratola Peligna.

Una sfida interessante fra due candidati che mostrano grande amore e passione per il proprio paese e la volontà di lavorare in futuro, al di là dell’esito, per il bene del Comune.

Savino Monterisi

1 Commento su "Corfinio, una sfida elettorale nel segno dell’esperienza"

  1. Il dito e la luna | 18 Settembre 2020 at 2:07 pm | Rispondi

    La storia di ingegneria a pratola va avanti almeno dal 2000. Non è stata messa negli anni d’oro con il boom di iscrizioni figuriamoci ora che Sono calate paurosamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*