Covid, 199 casi in Abruzzo. Farmacie a lavoro a “battenti chiusi”

Altri 23 nuovi casi positivi al Covid 19 sono emersi in Abruzzo dopo le analisi nel laboratorio di Pescara portando il numero di contagiati in totale a 199. A confermarlo è il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute della Regione. 

In particolare 2 casi fanno riferimento alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila: un uomo di 61 anni del quale non è pervenuto il domicilio e una donna di 61 anni di Collarmele. Diciassette casi fanno riferimento alla Asl di Pescara, nel quale sono compresi anche pazienti residenti in provincia di Chieti: un 77enne, un 49enne e un 85enne di Montesilvano; un 57enne e un 46enne di Penne; un 42enne di Manoppello; una 48enne di Casalbordino; un 85enne di Collecorvino; una 33enne di Chieti; un 16enne di Roccamontepiano; un 29enne di Francavilla al Mare; un 61enne, un 55enne, un 51enne, un 72enne, un 49enne e una 73enne di Pescara.

Tre casi fanno riferimento alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti: un 66enne di Francavilla al Mare; un uomo e una donna di Ortona, di 78 e 66 anni. Un caso è infine riferito alla Asl di Teramo e riguarda un 84enne di Pineto.

Intanto ieri sono stati diffuse le norme a tutela dei farmacisti, su proposta del consigliere regionale Cinque Stelle Giorgio Fedele, che potranno operare a “battenti chiusi”, “come avviene durante i turni di notte distribuendo i farmaci attraverso lo sportello esterno, nei casi in cui le misure previste per il contenimento del contagio non risultino attuabili”. Si tratta di “Un’azione essenziale per continuare a fornire un servizio indispensabile per gli abruzzesi mantenendo alti i parametri di sicurezza sia dei lavoratori che dei cittadini” commenta Fedele.

Commenta per primo! "Covid, 199 casi in Abruzzo. Farmacie a lavoro a “battenti chiusi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*