Covid, pochi tamponi ed indice di positività in aumento

Nel nuovo bollettino diramato dall’Assessorato regionale alla Sanità sulla pandemia in Abruzzo si registrano 54 nuovi positivi (-91 rispetto a ieri). Arriva a quota 72.570 il totale dei contagi nella regione dall’inizio della pandemia. Numeri bassi, ai quali siamo abituati dopo il week end. Sono appena 498 i test antigenici effettuati. Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.9 per cento. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 7.852 (-95 rispetto a ieri). Di questi 278 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 29 (+1 rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 7545 (-103 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Tornano, quindi, a riempirsi i reparti dopo un paio di settimane di tregua. Sono 62.280 dimessi/guariti (+148 rispetto a ieri), mentre si registra un solo decesso. Particolare attenzione è rivolta alla provincia di Chieti che conta 43 nuovi positivi. Seguono L’Aquila con 7 casi e Teramo con 4. Nessun nuovo contagio nella provincia di Pescara.

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza che pone in zona rossa il comune di Sant’Egidio alla Vibrata a partire dalla mezzanotte di oggi. Nel Comune teramano si sono registrati 37 nuovi casi positivi nella settimana oggetto di monitoraggio (dal 3 maggio al 9 maggio). Sant’Egidio è il secondo comune abruzzese in zona rossa, insieme a Celano.

Commenta per primo! "Covid, pochi tamponi ed indice di positività in aumento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*