Covid, sfondato il tetto dei diecimila. La Verì: “Ospedali sotto controllo”

L’Abruzzo supera i 10mila casi di positivi dall’inizio della pandemia, attestandosi con i 428 contagi di oggi a 10.102 infettati. Un numero destinato a crescere secondo una curva epidemiologica che non accenna a scendere e che vede aumentare il numero dei positivi tra i più giovani, oggi 70 con meno di 19 anni. All’elenco dei decessi si aggiungono altri 2 casi (un 71enne della provincia di Teramo e una 83enne della provincia dell’Aquila) per un totale di 542 morti dal marzo scorso, mentre i ricoverati sfiorano i 400: 355 (+ 24 rispetto a ieri) in terapia non intensiva e 27 (+1) in terapia intensiva. Gli attualmente positivi in Abruzzo sono 5.796 a fronte dei 74 guariti. A tenere alto l’indice dei contagi è ancora la provincia dell’Aquila dove oggi si registrano ben 189 casi, seguita da quella di Teramo (104), Chieti (66) e Pescara (38).

Una situazione preoccupante che sta portando una forte pressione sul sistema sanitario regionale che, nonostante le lunghe attese per i ricoveri, l’assessore Nicoletta Verì sostiene stia reggendo molto bene: “Quello che voi definite allarme – ha detto la Verì rispondendo ai giornalisti – è l’immediata riorganizzazione del sistema sanitario, che rimoduliamo a seconda delle esigenze. Ad oggi tutti quelli che hanno avuto bisogno di avere un posto letto sia in ospedale come ricovero ordinario, sia in terapia intensiva e sub intensiva, lo hanno avuto e lo avranno ancora. Il problema della crescita esponenziale dei contagi non dipende dal sistema sanitario regionale, ma dall’incidenza dei contagi. Lo ribadisco: ad oggi la situazione è sotto controllo”.

1 Commento su "Covid, sfondato il tetto dei diecimila. La Verì: “Ospedali sotto controllo”"

  1. Ma dove vive Veri?
    Possibile che non c’è persona che le racconti quello che accade; tamponi che mancano, gente che passa la notte in ambulanza perché non si sa dove mandarla, vaccini antinfluenzale introvabili….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*