Covid, terapia orale attivata in provincia dell’Aquila. Cure per tre pazienti ad Avezzano

Arriva in Abruzzo la terapia orale per combattere il Covid-19, un trattamento antivirale che è sbarcato nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Avezzano, affiancando la terapia degli anticorpi monoclonali. La cura di compresse di farmaco antivirale è iniziata oggi su tre pazienti della Marsica nel reparto di malattie infettive, diretto dalla dott.ssa Rinalda Mariani. La possibilità di somministrare la terapia orale costituisce un’ulteriore arma a disposizione della Asl della provincia di L’Aquila nella lotta contro il Covid.

Domani, invece, sarà il turno dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila che per la prima volta testerà la nuova terapia. La cura è di facile somministrazione in quanto viene fatta per via orale e blocca la replicazione del virus mentre la terapia con anticorpi monoclonali è somministrata per via endovenosa ed agisce sulla proteina Spike. I tre pazienti, in cura con le compresse antivirali, prima di essere sottoposti al nuovo trattamento, sono stati valutati e selezionati poiché la terapia orale può essere somministrata solo in presenza di determinati requisiti e nei primi giorni dall’insorgenza della malattia.

Commenta per primo! "Covid, terapia orale attivata in provincia dell’Aquila. Cure per tre pazienti ad Avezzano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*