Curva epidemiologica ancora alta in Abruzzo. Scuole aperte per tutta l’estate

Con 424 nuovi contagi, pari quasi al 7% dei tamponi molecolari processati (6097), l’Abruzzo mantiene un ritmo alto nella curva epidemiologica. I timidi segnali positivi che arrivano dai ricoveri (29 in meno in medicina Covid e 1 in meno in terapia intensiva, a fronte però di 4 nuovi ricoveri) e dai decessi (6 nella giornata di oggi), non lasciano grandi margini all’entusiasmo. Anche perché i guariti sono solo 218 e la bilancia degli attualmente positivi segna un più 199 per un totale di 10340 persone infette. 

Quanto basta per osservare con scrupolo, in questo fine settimana festivo, le regole del distanziamento e delle frequentazioni sociali e familiari, dove d’altronde si annidano la gran parte dei contagi.

L’allerta resta alta soprattutto nella provincia dell’Aquila che oggi conta 155 nuovi casi, seguita dalla provincia di Teramo (121), di Chieti (101) e Pescara (57).

Una curva che non si è abbassata come si sperava, nonostante la chiusura prolungata delle scuole nella nostra regione, scuole che il 7 aprile torneranno tra i banchi in tutta Italia, anche in zona rossa fino alle prime medie. L’anno scolastico, d’altronde, è stato finora molto compromesso, tanto che l’Abruzzo ha aderito al progetto lanciato dal ministero dell’Istruzione che prevede frequenze aggiuntive tra giugno e settembre. In particolare il mese di giugno sarà incentrato sul recupero degli apprendimenti, mentre nei mesi estivi di luglio e agosto si punterà più sulla socializzazione e gli aspetti ricreativi.

L’adesione è volontaria e ciascuna scuola riceverà fondi proporzionati al numero di studenti che aderiranno.

Commenta per primo! "Curva epidemiologica ancora alta in Abruzzo. Scuole aperte per tutta l’estate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*