De Nino-Morandi resta a Pratola. Ramunno si scusa, il Pd chiede le dimissioni

Quando le cose non vanno, oltre ad avere il coraggio di ammetterlo, si dovrebbe avere la risolutezza e la forza  di essere consequenziali soprattutto se si rivestono cariche istituzionali, a sostenerlo è il Pd di Sulmona con riferimento al consigliere provinciale Ramunno che oggi si è scusato per non essere riuscito a riportare gli studenti a Sulmona.

“Per questo –scrive il Pd – il consigliere (comunale) e provinciale Andrea Ramunno, cui riconosciamo l’onestà intellettuale di aver ammesso il suo fallimento  per la mancata riapertura dell’ istituto De Nino Morandi, dopo essersi scusato con gli studenti e le famiglie per non aver tenuto fede alla sue promesse circa la riapertura a settembre dell’istituto, dovrebbe rassegnare le dimissioni. Chi non rispetta gli impegni (ad oggi,  gli studenti del De Nino Morandi non sono tornati nella loro sede naturale come promesso), dovrebbe lasciare la carica che riveste. Invece, il consigliere Ramunno, cosa fa? Non solo non si dimette ma rilancia, dando l’impressione di essere già in campagna elettorale visto che, citiamo testualmente, garantisce che  non potrà mai perdonarsi ‘alla fine del mandato di non aver riportato la scuola a Sulmona e riavviato i lavori nella sede originaria’.”  

Scrive ancora il Pd: “Noi dal canto nostro e gli studenti e i genitori, dal canto loro,  invece,  ci saremmo aspettati dal consigliere Ramunno, non l’ennesima promessa, ma le risposte alle domande che tutti si pongono: perchè si è arrivati a questa situazione  e come intende lavorare per evitare che tale situazione prosegua e si riproponga nel futuro? Niente di tutto questo.  Probabilmente anche Ramunno, in cuor suo, sa che per risolvere  il problema, è necessaria una discontinuità nella gestione delle scuole della Provincia. Di quell’ente   che, per stessa ammissione di Ramunno, non è stato capace di dare seguito alle promesse fatte ai sulmonesi e che, però, evidentemente (sic!)  il consigliere proprio non vuole lasciare”. 

3 Commenti su "De Nino-Morandi resta a Pratola. Ramunno si scusa, il Pd chiede le dimissioni"

  1. Ma perché vogliamo parlare di chi addirittura ha ringraziato l’assessore Zavarella per l’apertura di una scuola 😂😂! Gente ridicola che vedremo alle prossime elezioni !

  2. Non colpelizziamo sempre i politici il problema è che non sono i politici che non sono all’altezza di fare tornare gli studenti al Di Nino ma sono i ragazzi che non vogliono tornare al De Nino.

  3. Prendere nota quando si tornerà alle urne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*