Dimore per sanitari, “perplessità e paura” tra i residenti

Esprimono perplessità e paura i residente del contratto di quartiere, quelli che, per intenderci, abitano la palazzina messa a disposizione dal Comune di Sulmona per il personale sanitario entrato in contatto con pazienti positivi al Covid o per persone guarite che devono rimanere in isolamento. Gli stessi hanno inviato una lettera a Comune, Asl e prefettura “per avere chiarimenti”.

“Mostriamo la nostra solidarietà al personale sanitario che svolge il proprio lavoro con abnegazione – fanno sapere i residenti -, ma chiediamo formalmente le assunzioni di responsabilità degli organi preposti rispetto alla sicurezza dello stabile, posto in una zona popolosa di Sulmona, servita da servizi essenziali e assunzioni di responsabilità formali rispetto salute di chi lo abita”.

Sabato scorso l’annuncio del Comune ha acceso gli animi, e qualche polemica in generale. “Purtroppo l’ annuncio inatteso del Comune ha creato anche dissidi tra gli inquilini e alcuni  sanitari che si sono sentiti offesi da parole pronunciate in un momento di sconforto  in un clima già di tensione emotiva notevole – spiegano ancora i residenti -. Il decreto Cura Italia fornisce ai comuni mezzi e poteri per mettere in sicurezza personale sanitario e cittadini.  Ci sentiamo cittadini di serie b, esposti nelle nostre case  a eventuali pericoli di contagio” concludono.

2 Commenti su "Dimore per sanitari, “perplessità e paura” tra i residenti"

  1. Che sindaco incapace…Sempre accompagnata dal sindaco di Prezza in ogni sua apparizione…la politica al servizio non di tutti ma degli amici . MA che abbiamo fatto per meritarci questa desolazione???

  2. Al peggio non c’e’ mai fine , la consiliatura casini…insegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*