Duro attacco del Pd su Cogesa. Chieste le dimissioni di Margiotta

Il circolo del Pd di Sulmona chiede senza mezzi termini le dimissioni di Vincenzo Margiotta da amministratore unico di Cogesa, società che evidenziano i Dem, gestisce  nonostante l’assenza  di  un  bilancio,  le  indagini  in  corso  e  la  richiesta  di  rinvio  a  giudizio per  le gravi  accuse  di  peculato  e  falso  in bilancio. Spiega il Pd: “È da  più  di  un  anno  che  lanciamo  l’allarme  sull’asse  preoccupante  che  si  è stabilito  tra  una  parte  – che  non  può  definirsi  politica  ma  solo  di  gestione bieca  del  potere –  e  coloro  che  si  sono  prestati  ad  amministrare  la  cosa pubblica  in  alcuni  Comuni  e  in  alcuni  Enti  con  modalità  assai  dubbie assecondando  richieste  clientelari”.

Dai  concorsi  agli  appalti,  dalle  nomine  alle  assunzioni,  per  finire  con  le giravolte  sulla  composizione  dell’organo  vertice  della  Cogesa  Spa, per il Pd  il  tutto spesso  in  assenza  di  trasparenza  o  in  condizioni  di  dubbia  opportunità  non solo  sotto  il  profilo  politico. “Basti  pensare – scrive ancora il Pd – che  le  commissioni  di  alcuni  concorsi  alla  società  Cogesa,  e probabilmente  non  solo  alla  società  Cogesa,  sono  state  presiedute  da  persona che  svolge  un  ruolo,  ancorché  onorario  e  ausiliario,  proprio  nell’ambito della  stessa  Procura  della  Repubblica  di  Sulmona  che  oggi,  chiusa  una  delle indagini  in  corso,  chiede  il  rinvio  a  giudizio  proprio  dell’Amministratore della  Cogesa  spa. È  obbligo  morale,  prima  ancora  che  politico,  condannare  comportamenti  volti  non  certo  al  bene della  collettività  ma  solo  ad  ingrossare  con  ogni  mezzo  le  fila  dell’ex assessore  regionale  che  impose  quale  amministratore  unico  di  Cogesa  l’avvocato Vincenzo  Margiotta”. 

8 Commenti su "Duro attacco del Pd su Cogesa. Chieste le dimissioni di Margiotta"

  1. Il PD ha fatto un duro attacco lo stesso per lo scandalo grandi eventi a Pescara e lo stesso ha chiesto le dimissioni di Giacomo Cuzzi del Pd, Simona Di Carlo e il segretario cittadino Dem Moreno Di Pietrantonio. Quindi alla prossima ruberia il PD chiederà le dimissioni dei colpevoli almeno si trova a posto con la coscienza ed i colleghi politici continueranno a rubare.

  2. Luigi Gagliardi | 2 Ottobre 2020 at 19:33 | Rispondi

    La prossima mossa: il PD chiede le dimissioni del PD. Roba da lercio
    😂

  3. Seguo spesso il germe ogni giorno cogesa cogesa cogesa ma non ci sono altre notizie?

    • UNO SI FA DELLE DOMANDE ALTRI GIORNALI DELLA VALLATA NON NE PARLANO COSI SPESSO GRAZIE DELLA RISPOSTA cmq e buon lavoro

  4. Palamara insegna… la fine si avvicina.

  5. Commenti vari | 2 Ottobre 2020 at 21:34 | Rispondi

    Le truppe cammellate

  6. Gli ascari hanno ricevuto l’ordine di contrattaccare ..

  7. Qualcuno sa dirmi se il centro di raccolta è ancora chiuso per sequestro giudiziario? Chiedo per mio cuggino di borgo tre case.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*