Elezioni regionali, ecco le candidature del Centro Abruzzo

Mentre il quadro regionale si va assestando dopo la bordata rifilata da Andrea Gerosolimo al centrodestra, con la candidatura di Scoccia e Olivieri e la conseguente risposta del candidato del centrodestra Marco Marsilio che dichiara l’Udc fuori dalla coalizione, proviamo a passare in rassegna i candidati del Centro Abruzzo.

Nel centrosinistra si parte dal consigliere comunale di maggioranza Fabio Pingue, che sarà schierato nella lista “+Abruzzo- Solidale liberale popolare sostenibile con Legnini”, dove per la provincia dell’Aquila compaiono anche il consigliere regionale uscente Maurizio Di Nicola, la consigliera comunale dell’Aquila Elisabetta Vicini e il sindaco di Cappadocia Lorenzo Lorenzin. Altro consigliere comunale sulmonese candidato è Antonio Di Rienzo, nelle fila del Partito Democratico e farà coppia con l’avvocata sulmonese Valentina Di Benedetto. Per la provincia, compaiono nella stessa lista anche i consiglieri regionali uscenti Giuseppe Di Pangrazio e Pierpaolo Pietrucci. Con Legnini ci sarà anche l’ex sindaco di Pratola Peligna Antonio De Crescentis, che sarà nella lista degli amministratori “Abruzzo in Comune” insieme a Francesca Di Giulio di Raiano, figura anche il consigliere regionale uscente Lorenzo Berardinetti.

Sempre nel centrosinistra sono candidati nella lista “Legnini Presidente” Francesco Di Felice, 22enne consigliere comunale di Vittorito e Francisca Ibarra, moglie del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina. Con loro anche il consigliere comunale aquilano Americo Di Benedetto e il sindaco di Roccaraso Francesco Di Donato. Sarà poi candidato anche l’ex consigliere comunale di Sulmona Mimmo Di Benedetto, nella lista “Centristi per l’Europa-Solidali e popolari per Legnini” in accoppiata con Mariangela Cianfaglione, candidata di Pratola Peligna. Infine nella lista Avanti Abruzzo-Idv, che riunisce socialisti e dipietristi, c’è Paola Ruffo di Introdacqua, che ha annunciato anche la corsa per le elezioni comunali del suo paese.

Nel centrodestra a sostegno del candidato Marsilio, i candidati sono oltre la già citata Scoccia nelle liste Udc, ci saranno anche il consigliere comunale di Castel Di Sangro Andrea Liberatore e il vice sindaco di Avezzano Lino Cipollone. L’assessora comunale di Pratola Peligna Fabiana Donadei sarà nella lista di Forza Italia, nella quale concorrono anche il consigliere comunale uscente Emilio Iampieri e l’ex presidente della provincia Antonio Del Corvo. Per la Lega, le candidature già annunciate da tempo sono quelle di Antonietta La Porta di Sulmona e di Giulia Donatelli di Pescocostanzo, nella stessa lista anche l’assessore comunale dell’Aquila Emanuele Imprudente. In Fratelli d’Italia è candidata l’ex vice sindaca di Sulmona Mariella Iommi, insieme con lei anche il vice sindaco dell’Aquila Guido Quintino Liris e l’ex consigliere regionale Luca Ricciuti. Infine nelle liste di Azione politica compare la consigliera comunale di Sulmona Roberta Salvati, che fino all’ottobre del 2017 era presidente del Partito Democratico di Sulmona.

Per il Movimento 5 Stelle, che schierano come presidente Sara Marcozzi, non ci sono candidati del Centro Abruzzo, in quanto i sette nella lista della provincia dell’Aquila sono tutti rappresentanti della Marsica.

Per la lista Casa Pound che appoggia il candidato Stefano Flajani, è candidato Giovanni Bartolomucci.

Savino Monterisi

4 Commenti su "Elezioni regionali, ecco le candidature del Centro Abruzzo"

  1. mi spiegate cosa significa “Per il Movimento 5 Stelle, che schierano come presidente Sara Marcozzi, non ci sono candidati del Centro Abruzzo, in quanto i sette nella lista della provincia dell’Aquila sono tutti rappresentanti della Marsica.”??? la MARSICA non è Centro Abruzzo come la Vale Peligna? perché ci tenete a sottolineare così tanto il luogo di nascita? noi abbiamo una Senatrice e non è poco. non capisco questa Vostra sottile attività che tende ad allontanare i potenziali elettori….

  2. Savino Monterisi | 12 Gennaio 2019 at 11:25 pm | Rispondi

    La dicitura “Centro Abruzzo” non è stata coniata dal Germe, bensì dallo storico sulmonese Francesco Sardi De Leto (1893-1974) e quindi non è utilizzabile in maniera strumentale. Per Centro Abruzzo si intende il territorio compreso fra la Valle Peligna, la Valle del Sagittario e una parte di Alto Sangro, dunque no, la Marsica non fa parte del Centro Abruzzo. Forse lei si confonde con un’altra definizione che talvolta viene usata, quella di Abruzzo Interno, della quale fanno parte sia la Valle Peligna che la Marsica. L’intento dell’articolo non è quello di allontanare potenziali elettori, ma quello che più ci appartiene di descrivere i fatti per quello che sono e in questo caso appunto quello che non ci sono candidati nella lista del Movimento 5 Stelle residenti o appartenenti al nostro caro e amato Centro Abruzzo.
    Buona serata.

  3. caro prof Savino, se la dicitura è quella che lei dice, poiché l’articolo viene letto anche da “ignoranti” come me, sarebbe giusto specificare che per “Centro Abruzzo” si intende la definizione di Francesco Sardi De Leto di inizio secolo scorso e non della definizione di tutta la toponomastica ad uso corrente nazionale ed internazionale…buona giornata

  4. e poi prof Savino, all’epoca di Sardi De Leto la Regione Abruzzo era fusa con l’attuale Molise ecco perché si utilizzava la nomenclatura da lei citata…Ad oggi scrivere in quel modo senza specificare al lettore il riferimento storico è fuorviante ed inculca l’idea di non avere rappresentanti che abbiano a cuore il territorio Peligno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*