Focolaio in un albergo, allerta in Alto Sangro

Un importante focolaio di Covid si è acceso in una struttura alberghiera di Opi, dove sarebbero risultati positivi almeno otto dipendenti. I positivi, tutti provenienti da fuori regione, sono al momento in quarantena nelle camere dello stesso albergo, monitorati dalla Asl e comunque tutti in buone condizioni di salute.

L’esplosione del focolaio, di cui si è avuto sentore domenica scorsa con la positività all’antigenico di un dipendente, ha comportato già da lunedì la sospensione in via precauzionale dell’attività di accoglienza, con i nuovi arrivi previsti che sono stati rimandati a casa o dirottati su altre strutture del territorio. Gli ospiti in uscita, circa un centinaio, sono stati avviati al monitoraggio, anche se ormai sono tornati nelle loro Asl di competenza.

La struttura è stata sanificata, ma non si sa quando riaprirà al pubblico le porte.

Il sindaco del centro del Parco, Antonio Di Santo, si dice tuttavia ottimista: “I contagiati sono stati isolati e non sembrano aver avuto contatti stretti con il resto del paese, trattandosi di una struttura grande e di fatto indipendente. Al momento, grazie anche all’accordo e al coordinamento con la Asl e la proprietà dell’hotel, non si rendono necessarie ordinanze restrittive – spiega Di Santo – anche perché ad Opi la popolazione è quasi tutta vaccinata, avendo aderito noi anche alla campagna di prossimità. In un paese di 400 residenti, d’altronde, l’arrivo di circa tremila persone al giorno, aumenta inevitabilmente l’esposizione al rischio”.

Ad Opi, in effetti, l’unico caso recente è quello di qualche giorno fa di una turista, per il resto non si registravano positivi in paese dall’autunno scorso.

Il bollettino della Asl di oggi, di cui si attende ancora l’esito definitivo, si annuncia però abbastanza nutrito: un’altra segnalazione arriva ad esempio da Roccaraso, dove è rimasto contagiato il fratello del sindaco Francesco Di Donato che, personalmente e in accordo con il fratello, ha annunciato l’uscita del paese dalla zona Covid free.

8 Commenti su "Focolaio in un albergo, allerta in Alto Sangro"

  1. Vaccinati oppure no? Però se nei titoli non compare la fatidica scritta a caratteri cubitali “no vax”, si può presumere che lo fossero.

  2. Vaccinati oppure no? Siccome nei titoli non compare a caratteri cubitali la famigerata scritta “no vax”, si potrebbe presumere che lo fossero.
    Magari se si potesse completare l’informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*