Frana sul sentiero, Eremo interdetto

Una transenna, ovviamente, ne blocca l’ingresso. L’eremo di Sant’Onofrio è inaccessibile da giorni ai viandanti, amanti del luogo o legati al culto religioso. il monumento è stato interdetto sabato scorso a causa di una piccola frana che ha ostruito il passaggio in un tratto del percorso. Nel bel mezzo del concorso Fai, che lo vede al secondo posto tra i luoghi d’Italia da valorizzare e promuovere, ora più che mai si percepisce l’esigenza di intervenire per la messa in sicurezza di un luogo di così importante valore per Sulmona e la Valle Peligna.

Sabato scorso, quindi, la frana è stata segnalata ai carabinieri forestali, al Parco e al Comune dall’associazione Terra Adriatica che vigila sul luogo e provvede alla manutenzione ordinaria. I forestali hanno, così, provveduto al transennamento provvisorio, anche se una vera e propria ordinanza di chiusura spetterebbe al Comune.

Una situazione che va ad aggiungersi alla già denunciata e generale situazione di degrado. Dopo i capanni in bilico da smontare, infatti, le segnalazioni dei frequentatori riguardano anche le condizione del Tempio di Ercole Curino con erba alta, rifiuti in ogni dove, fari rotti.

2 Commenti su "Frana sul sentiero, Eremo interdetto"

  1. Ragioniamoci bene prima di lanciare un luogo turistico nell’ambito di un panorama nazionale, se arriva il turista e poi trova lo scempi si rischia di fare l’effetto boomerang….meditate gente !

  2. Giulio Mastrogiuseppe | 30 Maggio 2020 at 09:11 | Rispondi

    Non si tratta di una frana, è un muretto a secco crollato per mancanza di manutenzione. Nessun pericolo, solo una precauzione. Avete fatto bene a evidenziare la cosa, visti i precedenti, ma tenete presente che gli allarmismi di epoca federiciana hanno provocato problemi e ritardi che durano ancora oggi. Se l’eremo diventerà Luogo del Cuore FAI (per cui fate votare quanta più gente possibile) e con i denari del Masterplan, sono fiducioso del fatto che queste situazioni non ci saranno più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*