Gita sul campanile, “faremo uno studio di fattibilità”

Dall’alto la città deve essere sicuramente più bella, una bellezza che vuole essere resa fruibile a tutti. Ha avuto lo scopo di affascinare l’assessore regionale Andrea Gerosolimo la piccola gita organizzata dal neo presidente della Casa Santa dell’Annunziata, Catia Puglielli, sul campanile di una delle strutture indubbiamente più belle della città. E l’obiettivo, se si può dire, è stato raggiunto perchè Gerosolimo è stato più che piacevolmente colpito da così tanta bellezza che il panorama ha regalato.

“Un luogo fantastico, straordinario, un monumento di inestimabile valore in termini di storia e di bellezza, un vero e proprio simbolo per Sulmona e per l’Abruzzo”. Emozioni e sensazioni che l’assessore affida al suo profilo Facebook con tanto di foto. “La Firenze della nostra Regione vista da lassù è davvero magica, circondata dalle nostre montagne in un qua

dro mozzafiato. Vorrei che questa veduta fosse resa disponibile ai tanti cittadini che amano Sulmona ed ai tanti turisti che visitano la nostra città. Ora l’obiettivo è rendere fruibile a tutti questo straordinario monumento. Per questo faremo fare uno studio di fattibilità”.

Lo studio, in effetti, si rende indispensabile perché “L’accesso interno- spiega Puglielli- è un po’ difficoltoso. Si vorrebbe sfruttare quello esterno però ci vuole l’intervento della Regione”. Come anche per riuscire ad avere i 600mila euro già chiesti, necessari a sistemare il cornicione della facciata, da tempo transennata.

Alla “gita” ha partecipato anche il sindaco Annamaria Casini. A lei il presidente Puglielli ha chiesto di rimuovere l’ordinanza che vieta alle campane di suonare, divieto che dal 2009 ha messo a tacere anche le tradizionali oscillazioni di “cavoli e pesci”, quelle, per intenderci, che hanno sempre accompagnato i sulmonesi durante il periodo natalizio, dal 24 novembre al 24 dicembre, fino a quel tragico sisma che colpì l’Aquila.

“In realtà non c’è un motivo all’esistenza di questa ordinanza- ha sottolineato Puglielli- perché il campanile è sicuro”. La prossima settimana sarà un tecnico a provvedere al sopralluogo che, oltre a riportare le sonorità natalizie potrebbe contribuire ad aprire il campanile alla città e ai turisti.

Simona Pace

1 Commento su "Gita sul campanile, “faremo uno studio di fattibilità”"

  1. bene, volendo elicotteri,droni,terrazze mobili(comodita’e servizi inclusi)giro panoramico,con “soundtrack” appropriato,percorso enogastronomico,ricchi premi,aglio,confetti,sommo poeta con effetti speciali,possibilita’ di miracoli ” la statua” all’ingresso…Eiffel,Cupolone,Statua
    della Liberta’….chi? Amministratori capaci,con piani,progetti,strategie,tecniche,metodi,ecc,
    ecc,incredibili,vincenti,magici….appunto fantasie ,studi di che?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*