Gli trovarono la cocaina in casa: assolto sulmonese

È stato assolto perché il fatto non sussiste, Giovanni Gigante, 40enne sulmonese denunciato perché trovato in possesso nella sua abitazione di venti grammi di cocaina. Il giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Ferruccio, dopo la discussione con rito abbreviato, ha assolto Gigante in quanto ha ritenuto che la sostanza trovata in casa dell’imputato non era per fini di spaccio, ma per uso personale. Il quarantenne finì nell’inchiesta in seguito al furto di 25 pistole detenute da un collezionista sulmonese. Nell’indagine seguita subito dopo la sparizione, vennero effettuate una serie di perquisizioni che portarono al sequestro di stupefacenti ma non al ritrovamento delle armi. Per Gigante, difeso dall’avvocato Guido Colaiacovo, la procura aveva chiesto una condanna a due anni e nove mesi di reclusione, mentre il gup Ferruccio ha riconosciuto la lieve entità del fatto in quanto a casa dell’imputato non vennero ritrovati bilancini né alcun materiale riconducibile all’attività di spaccio.

15 Commenti su "Gli trovarono la cocaina in casa: assolto sulmonese"

  1. In questo caso avere un grande avvocato fa la differenza un soggetto viene perquisito mentre e agli arresti domiciliari per questioni di droga viene rinvenuto un quantitativo rilevante di cocaina 20 g ha carichi pendenti e processi d a fare per 3 grandi operazioni di carabinieri e guarda di finanza le operazioni piccolo colosseo la fenice e tallone d achille e l avvocato riesce a far valere le sue ragioni e lo fa assolvere .

  2. sarebbe interessante leggere le motivazioni e sapere se il pm fara appello

  3. A Sulmona,vanno in galera solo chi vogliono loro…!!!!

  4. Gli spacciatori specie protetta a sulmona,qui si arrestano solo quelli delle scazzottate ahahahha

  5. purtroppo i vertici del palazzo sono tutti del luogo,con famiglia,anche allargata,figli,
    figliastri,parenti,affini,compari,amici,amici degli amici…quindi in forse le garanzie di neutralita’,in quanto chi “valuta” deve essere sereno,imparziale,equo,oggettivo,disinteressato,
    obiettivo,esterno,giusto,al di sopra delle parti…. qualcuno, nei vari armadi,ha degli scheletri,sicuramente

  6. Ma k cazz vagli a fatia a fa

  7. Ha ragione solo fatti questo tribunale va chiuso il prima possibile la gente onesta scappa da queste realta da terzo mondo

  8. E quelli delle scazzottate…se sono figli loro !!!! Manco escono i nomi!!! Tutto a tacere!!!!

  9. Una delle più grandi cxzzxte volute dai soliti ben pensanti o buonisti a la mode, fu lo stabilire che possedere droga per “uso personale”, fosse permesso da una legge sbracata e pasticciona. Mi pare che l’idea fu dell’allora ministro Lxvxa Txrcx . E fu così che, se uno compra cocaina per uso personale, viene assolto. Allora uno, per cosa dovrebbe acquistare cocaiana, per uso altrui? Difatti chi vende droga, a sua volta l’acquista e la vende a chi ne fa uso personale. Non sono forse frutti dello stesso albero? Non sono anelli della stessa catena? E mentre i nostri soloni che tutto sanno e capiscono come “colui che regge il mondo e l’altre sfere”, ancora stanno là a discutere intorno al famoso tavolo(sediamoci attorno ad un tavolo e parliamone,si usa dire), secondo il loro fatidico motto”droga che fare?”, ormai la droga dilaga in tutto il suo peso: leggera, pesante e pesantissima. E si trova soprattutto in possesso di coloro che ne fanno uso personale, venduta dai pusher, fornita dai trafficanti. Come se si trovasse presso coloro che la danno ai conigli,non facendone uso personale. Ma che ci governa ci è o ci fa? Io penso che in prevalenza lo è.

  10. qui la faccenda e un altra come puo no che sta scontando arresti domiciliari per droga e che mentre sconta gli arresti viene arrestato di nuovo per un indagine di chieti per droga essere assolto con venti grammi di cocaina purssima perche non ha una bilancia in casa …… la bilancia puo stare anche in un app del telefonino ma piu che altro perche il pm non fa appello

  11. Evidentemente è interesse del pm che gigante vada assolto non vi pare…contate le volte che se l’è cavata!

  12. Per la legge che conosco io un uomo trovato con 20 g di cocaina mentre sconta i domiciliari va dritto in carcere purtroppo sono fatti di piccola cronaca di provincia che non interessano a nessuno …. sulmona si spopola per il clientelismo perche chi e nelle stanze dei bottini e impunito perche basta mandare in galera qualche povero cristo ogni tanto per l opinione pubblica perche tutto questo e diventato spaventosamente normale .

    • Il parente di Attanasio | 12 Gennaio 2020 at 09:39 | Rispondi

      Mike,non è soltanto Sulmona ma è corruzione di tutta Italia.E le alte autorità lo sanno da anni ed hanno le mani legate . Soltanto che, a Sulmona e nei distretti giudiziari più poveri il ricatto è più marcato perché hanno più bisogno di reddito. Altrimenti è una bieca corruzione nella amministrazione pubblica dove i politici vogliono con pretesa rubare una percentuale di denaro in ogni procedimento di spesa, mentre nei Tribunali cercano di instaurare più verosimili procedimenti penali possibili per attingere denaro pubblico il più possibile al bilancio giustizia e farselo girare tra di loro,giudici avvocati etc..La Giustizia (che tanto declamano i 5stelle con grande cieca fiducia nei magistrati) non esiste affatto,le carte non le leggono proprio, e condannano od assolvono gente a caso solo per la statistica,ma il pensiero fisso è la tasca loro, esattamente come i politici.Poi è facile che se paghi assolvono e se sei un poveraccio disoccupato ti assumono come detenuto per occupare i posti in carcere al posto dei ricchi..I reclami si debbono rivolgere a Roma che per mano ansiosa non produce una vigorosa riforma giudiziaria che sia meno vergognosa e più meritevole del superiore livello culturale delle giovani generazioni che ora “se la ridono” di questo disastro di uno Stato Democratico che li vuole vessare con oppressiva tirannia giudiziaria come ai cafoni di Fontamara o tra gli instupiditi analfabeti di Corleone , soltanto per dar da vivere a queste persone ristrette nei tribunali dalla selezione sociale della vita reale.

      • In sintesi , almeno per come lo esprimi,i tribunali sono soltanto dei carrozzoni , né più e né meno come tutti gli altri enti dove per discaricamento ci hanno assunto e messo dentro in maschera di aiuto, una intera classe sociale di persone più deboli e bisognevoli. Quindi è inutile indirizzargli richieste e reclami ideali di giustizia e di equità perché oltre la fame non capiscono.

  13. Cittadino onesto che ha paura di questo sistema | 14 Gennaio 2020 at 04:00 | Rispondi

    Chi giudica il giudice?? E gli avvocati ? Il tribunale di Sulmona ha delle sentenze che andrebbero rilette per notare che ci sono avvocati favoriti e giudici vergognosi. E non parlo di questo caso. Esperienza personale purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*