I luoghi del cuore Fai, Dmc sostiene l’Eremo di Sant’Onofrio

L’eremo celestiniano di Sant’Onofrio, incastonato come gioiello tra le rocce del Morrone, è l’unico monumento abruzzese candidato nel concorso-censimento “I luoghi del cuore” promosso dal Fondo Ambiente Italia. Collegandosi al sito www.fondoambiente.it ognuno può esprimere il suo voto favorevole all’eremo celestiano aiutando questo nostro luogo del cuore a scalare la classifica. L’eremo, risalente al XIII secolo, è uno dei luoghi in cui visse Pietro da Morrone, diventato papa con il nome di Celestino V. Arroccato su una parete rocciosa del Morrone, oasi di pace e di spiritualità, ospita la grotta che fu il primo umile rifugio dell’eremita. Al suo interno i pellegrini vi compiono ancora oggi un rito antico e “apotropaico” per guarire, come vuole la tradizione, dai dolori articolari.“Ognuno di noi, oltre ad esprimere il proprio voto, inviti amici e conoscenti a votarlo – afferma Maria Dora Santacroce, vice presidente della Dmc Terre d’Amore – Un nostro semplice gesto può fare la differenza”. Per aderire all’invito basta scaricare i materiali personalizzati, attivare i propri contatti e coinvolgere quante più persone possibili: più consistente sarà il numero dei voti dati a questo nostro gioiello, simbolo di una grande storia e di un’arte sublime, più il FAI riuscirà a portare questo luogo all’attenzione locale e nazionale. “Esprimiamo subito questo nostro voto e con un piccolo gesto faremo un grande regalo al nostro territorio, aiutando il Fai a valorizzarlo” conclude Mariadora Santacroce. Attualmente in classifica l’eremo di Sant’Onofrio figura al quinto posto. Un centinaio di voti contribuiranno ad una classifica migliore, arrivando al secondo posto. 

Commenta per primo! "I luoghi del cuore Fai, Dmc sostiene l’Eremo di Sant’Onofrio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*