Immondizia di Pasquetta, cumuli di rifiuti a Santo Onofrio al Morrone

Gite fuori porta, pic-nic in allegria, ma oltre al dato convivialità tocca registrare ancora casi di scarsa attenzione all’ambiente.

A parlare sono le immagini che immortalano cumuli di rifiuti, dei più disparati, post scampagnata. Regine del monnezzaio, questa volta, le stoviglie di plastica e affini oltre a carte e tovaglioli, che vanno conferite in maniera idonea, meglio sarebbe munirsi di materiale compostabile come hanno fatto i ragazzi del Collettivo studentesco di Sulmona e il gruppo di AltreMenti Valle Peligna, in occasione della Pasquetta No-Snam.

Tra i luoghi più gettonati, non solo per le visite dei cittadini ma anche per la presenza di rifiuti, l’eremo di Santo Onofrio al Morrone.
A sottolineare e fotografare quanto abbandonato dalle presenze di Pasqua, è stato il Cogesa che fa sapere “Abbiamo ritirato più di dieci buste contenenti stoviglie di plastica e cogliamo l’occasione per ricordarvi che quando si va in montagna o in aree verdi attrezzate i rifiuti – appositamente selezionati – vanno riportati a valle e debitamente conferiti” la società ha plaudito le associazioni dei giovani per aver utilizzato il materiale compostabile.

Non solo Eremo ma anche in città e nelle campagne non è difficile imbattersi in pattume misto.  Le passeggiate lasciano intravedere uno spettacolo che poco ha a che fare con la bellezza del paesaggio. Non è raro infatti ritrovarsi tra i piedi o a pochi metri dal proprio naso, montagne di oggetti, nemmeno ben occultati, un abbandono libero che non sembra proprio voler cambiare passo. All’appello: dalle solite bottiglie e cartacce ai pneumatici fino a vecchi elettrodomestici.

E se da un lato qualche smemorato, ancora sordo al giusto conferimento, lascia plastiche e altro materiale qua e là, dall’altro va segnalato l’impegno di quei cittadini che hanno partecipato alla giornata ecologica organizzata a Scanno dall’associazione Pescatori sportivi Scanno Villalago in collaborazione con i rispettivi Comuni e Cogesa. Il materiale raccolto è stato portato al centro di raccolta di Villalago, inaugurato lo scorso inverno.

Commenta per primo! "Immondizia di Pasquetta, cumuli di rifiuti a Santo Onofrio al Morrone"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*