Impennata di contagi in Centro Abruzzo: numeri da zona gialla

Che il bollettino di Ferragosto del Covid non promettesse nulla di buono lo avevamo anticipato, ma i 12 casi accertati ieri dalla Asl con test molecolari sono solo una parte di quelli che dovranno uscire nei prossimi giorni, in considerazione dei segnali che arrivano sia dalle farmacie che dai sintomi riscontrati in alcuni.

A preoccupare è ora il fronte del campeggio di Scanno che deve ancora definirsi nella sua ampiezza, ma che ieri ha segnato a Scanno il primo positivo ufficiale, ovvero un diciottenne del centro lacustre che lavora anche in un bar del posto.

Il giovane è collegato infatti con la diciassettenne pratolana risultata positivo all’antigenico fatto a Pacentro l’altro giorno e non ancora inserita nell’elenco dei positivi ufficiali in attesa del referto del tampone molecolare. Al campeggio di San Lorenzo, però sarebbero legati almeno altri cinque-sei ragazzi che presentano sintomi, seppur lievi, riconducibili al virus.

Ieri ad impennarsi è stata soprattutto la curva epidemiologica di Sulmona che ha registrato 5 nuovi casi, più o meno tutti tracciati, legati cioè al battesimo della famiglia marchigiana e alla positività di una barista in un distributore di benzina dove ora è risultato positivo anche il proprietario.

Confermati altri 2 contagi poi a Pacentro dove però si è in attesa di un quasi certo contagio collegato (figlio di due sessantenni risultati positivi ieri e già a sua volta uscito positivo all’antigenico). Sarebbe il quindicesimo caso nel piccolo centro sulla Maiella, dove la situazione appare abbastanza critica.

Conferme, poi, per i casi già annunciati ieri della fisioterapista di Pescasseroli in forze all’ospedale di Castel di Sangro e del figlio napoletano della donna di Bari risultata positiva nei giorni scorsi e tutti domiciliati al momento a Rivisondoli dove sono in vacanza.

Tracciato anche il caso di Introdacqua (52enne collegato a casi già accertati), mentre è nuovo quello registrato a Campo di Giove: si tratta di una 33enne del posto tornata da un viaggio in Inghilterra, negativa prima di partire, positiva al test di controllo in Italia. Un caso che non dovrebbe destare particolare precauzione se la donna ha rispettato la quarantena richiesta a chi torna dall’estero.

Nell’ultima settima l’area peligno-sangrina ha fatto registrare 35 nuovi casi con un incidenza settimanale di 52,6 casi ogni 100mila abitanti e, attualmente, compreso un 44enne di Sulmona trasferito ieri ad Avezzano, sei persone in ospedale. Numeri da zona gialla, insomma, se fossero considerati territorialmente.

Commenta per primo! "Impennata di contagi in Centro Abruzzo: numeri da zona gialla"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*