In strada contro il Cogesa, alle Marane residenti esasperati

Un odore talmente forte che ieri sera gli abitanti delle Marane non hanno resistito e sono scesi in strada per gridare la loro rabbia contro il Cogesa.

Secondo gli abitanti della zona, infatti, la partecipata non si starebbe attivando sufficientemente per evitare che la puzza arrivi fin dentro le case.

Una testimone parla del fatto che i carabinieri le hanno chiesto di portare via i bambini e di farli rientrare in casa. A sedare gli animi, infatti, sono intervenuti proprio i militari.

I racconti spaziano cercando di far comprendere come la vita, in quel di Noce Mattei, non sia più la stessa con gli abitanti della zona costretti a cambiare le proprie abitudini quotidiane. Finestre chiuse e naso dentro casa.

Il fenomeno d’altronde va avanti già da un po’, non è la prima volta che i residenti cercano di farsi ascoltare dal Cogesa e dall’amministrazione comunale senza essere fino ad ora accontentati, rassicurati in passato sulla non nocività degli odori che arriverebbero tra le case solo in particolari condizioni di vento.

Giustificazioni che non soddisfano i protestanti pronti ad andare avanti.

Simona Pace

38 Commenti su "In strada contro il Cogesa, alle Marane residenti esasperati"

  1. hanno spostato i loro uffici…chissà perchè..ora sono belli al fresco sulle loro poltrone e senza puzza di discarica…e i cittadini pagano pure!!!! vergogna!

  2. chuiudere questo baraccone utile solo alla distribuzione di voti.

  3. Aldo Tassinari | 21 Agosto 2019 at 1:41 pm | Rispondi

    ma non si può fare un bando di gara invitando tutti gli operatori nazionale e chiudere questo scempio di gestione?

  4. Più che si può….si deve. Se non sbaglio già la corte costituzionale si è espressa contro una società del genere…

  5. la gestione più arrogante è vergognosa degli ultimi anni !

  6. Nino tarantelli | 21 Agosto 2019 at 4:07 pm | Rispondi

    Perche non costruiscono un bel inceneritore che funziona…cosi il problema si risolve.era da immaginarselo che succedesse anche xche si e aggiunta la puzza del lazio.spero che qualche poltrona salti….

  7. bene ,le Direttive Europee sull’economia circolare.le disposizioni di Legge,le recentissime linee guida sull’attivita’ di raccolta,gestione,recupero,smaltimento ecc dei rifiuti ,sono chiarissime,impianti,macchinari,tecnolocie,stoccaggio,autorizzazioni,controlli,inclusi…e’ tutto nero su bianco,non c’e’ nulla da inventare,biogas compreso,non e’ previsto il fai da te…dunque al buco senza fine in parola, tutto regolare?Leggi rispettate ? Autorizzazioni rifiuti speciali? Stoccaggio? vasche/impianti /macchinari/ adeguati alle disposizioni? Occorre immediatamente un controllo/verifica sulle attivita’/gestione della struttura,ovvio da enti/agenzie specializzate e preposte al fine,con certificazione /autorizzazione CE-AEA,o no?

  8. bene,il quaquaraqua prezzolato continua nel difendere l’indifendibile,al comitato oer il controllo analogo siedono i soci dell’azienda in questione,(controllori / controllati)la signora sindaca con gli indicati dei politicialtroniladroni dovrebbero verificare/controllare (l’articolo in chiusura spiega perfettamente “l’efficienza” degli incapaci) i regolamenti,
    statuti,contratti,reports ,ecc, in pratica le “carte””per le attivita’ svolte
    nel rispetto delle Leggi,esistono enti/aziende specializzate con qualifiche /certificazioni specifiche…il sig. Margiotta e’un bravo avvocato,persona per bene,purtroppo non ha nessuna competenza,qualifica,titolo professionale per “rassicurare” dare spiegazioni su quanto accade…per le denunce ci sono delle inchieste….
    sicuramente da controllare l’uso,il rispetto delle motivazioni di cui l’erogazione dei finanziamenti specifici europei,la Corte dei Conti Europea e’ molto attenta ,efficiente,e soprattutto efficace…chi sono quelli del fare? uno di loro? …riuscire a guardare la verita’ con i propri occhi ed ammettere con la mano sul cuore qualsiasi forma di ingiustizia e disonesta’,o no?

    • Per soddisfare la sua sete di giustizia, dopo la AEA, la Corte dei Conti Europea (e di cui dubito fortemente la competenza in materia per la vicenda – ma contento lei anche a me va bene), chi altri vuole informare ed interessare?😭
      Andrebbe bene più sarcasticamente la CPI dell’Aja, o risulterebbe più adatto il Giustiziere della notte?
      E se nessuno di loro porterà a termine la missione?
      Per me Blattaman è il più quotato in materia… fossi in lei, un aiutino lo chiederei…subito!

  9. bene,non capisce nulla e da a credere di sapere….non avendo argomenti,risposte, racconta fantasie,del resto le difese sono per gli illusionisti cialtroni ,sicuramente un buffone della corte di nani e ballerine,…la CdC controlla il buon fine,nel rispetto delle ragioni di cui l’erogazione dei finanziamneti….per l’aiuto c’e’ il saputello maestrino capitano del team critiche ai commenti,o no?

  10. bene ,il saputello non sa…l’economia circolare,dall’ideazione,e fino all’ultino ciclo del “zerosprechi”(raccolta,impianti,macchianri,vasche di stoccaggio,ecc,ecc) e’finanziata da chi?
    Tutti gli Stati membri devono adeguarsi entro il 5 luglio 2020,soprattutto l’italietta centro/sud,(depuratori inclusi),miliardi di euri pronti per essere spesi ,naturalmente progetti,piani dettagliati,strutture,impianti.macchinari moderni,tecnologicamente avazzati,ecc,ecc addetti qualificati compresi,ovvio il coofinanziamento dal paese richiedente…una regola,una garanzia per evitare truffe,purtroppo i furbetti ci hanno provato con impianti,macchinari,strutture, non corrispondenti al progetto,non adeguati alle direttive, mal realizzati,tecnologicamente superati,ecc,ecc …ecco la “puzza”…quale agenzia/ente/
    azienda specializzata,con competenze specifiche e soprattutto concertificazione/autorizzazione
    Europea ha controllato /verificato il rispetto ,l’idoneita’,conformita’ efficienza,degli
    impianti,le attivita’ del buco?…. la segnalazione, il “legame” CdC,tutto in regola,nel pieno rispetto delle disposizioni,vincoli,obblighi ecc di cui le direttive,disposizioni,
    regole finanziamenti EU?
    il maestrino che dice?il quaquaraqua’chiede prima al vassallo,che chiedera’ al signore “l’aiutino”,o no?

    • L’aiutino lo deve dare a se stesso, e forse anche qualcosina di più.
      I vari finanziamenti ottenuti per l’impianto sono fondi provenienti dal FSC (Fondo per lo Sviluppo e la Coesione) e sono governativi.
      Cita una scadenza di un adeguamento senza dovizia di indicazioni e senza specificarne la natura.
      Lancia gravi e pesanti accuse su impianti realizzati fuori del rispetto delle specifiche tecniche senza citarne prove, dove, così come citate se ne “potrebbe” ravvedere il reato di “diffamazione a mezzo internet”.
      All’interno del sito COGESA, vi sono certificazioni attestanti la conformità in ambito di Ambiente Qualità e Sicurezza che non sono propriamente dei pezzi di “carta straccia”, a meno che non voglia ulteriormente allargare la sua indagine e disconoscerle sempre con valide prove.
      Concludo, invitandola prima di sparare a zero, di citare sempre le fonti a supporto di quanto di volta in volta asserisce, principalmente per una sua interiore credibilità personale.
      Sul sito del COGESA, troverà tutte le segnalazioni da me fatte, come avrà anche la possibilità, compilando un modulo, di richiedere la visione di tutta la documentazione che ritiene più giovevole a validare i suoi personalissimi strali a vanvera.
      Cordialità.

  11. bene,il maestrino saputello ha ricevuto l’aiutino…sicuro del permesso della redazione,devo sbugiardare il prezzolato difensore della corte dei nani e ballerine… chi deve delle spiegazioni, e’l’azienda in parola,le prove/evidenze dicono gas,quali le ragioni?certezze sulla produzione della “puzza”,meglio dei gas? sono nocivi? quali le motivazioni?impianti non funzionanti? mal realizzati?tutto regolare.autorizzato,conforme alle disposizioni ?
    tutto legale? lo stoccaggio nelle vasche? rifiuti autorizzati? pericolosi?fanghi del porto?materiali provienenti da altre aziende ? in regola? un sindaco/a ,o amministratore attento ai propri doveri ed obblighi avrebbe gia’ autorizzato,firmato un contratto con un ente/agenzia specializzata,qualificata ,competente (problematiche in questione) per avere certezze sulla tossicita’delle puzze sprigionate,e soprattutto sulle responsabilita’di cui le SGD ISO…diffamazione? Vincenzino e’ avvocato,sa perfettamente cosa fare,non ha bisogno del “suonatore”,oltretutto le inchieste sono appena iniziate,meglio evitare altri indizi /piste
    d’indagine…i fsg sono nati dai fas,gli appena citati sono finanziati dalla EU,Fondi strutturali europei,quelli specifici ,piu’ di 5 miliardi, nel pacchetto “economia circolare” delle direttive in vigore da diversi anni ,da recepire entro il 5 luglio 2020,in chiaro sui siti istituzionali Europei,Nazionali,regionali,e di cui anche le attuali disposizioni di Legge,(Ministero dell’ambiente)..le certificazioni richiamate sono”assicurazioni” acquistabili
    bisogna predisporre una serie di documenti,una pratica con un suo iter specifico,esistono agenzie ad hoc,con un compenso economico garantiscono il buon fine della richiesta,nulla di speciale,unico,e’ normale,standard avere le certiifcazioni iso iniziali ,per essere piu’ credibili,questioni d’immagine,forse vanita’… Lloyd’s, British,London..,le certificazioni non garantiscono nulla,sono solo introduttive,carta che si compra (illuminante le bandiere blu,un’ agenzia istruisce la pratica,paghi con risultato garantito,l’inquinamento rimane,a pochi metri il divieto di balneazione) sono dieci le sezioni da superare,qui siamo alla prima di ogni “famiglia”comunque tutte le certificazioni del mondo non danno la certezza della legalita’, rispetto delle regole nelle attivita’ svolte…sono utili per i contratti e fornitori…non alla puzza,sui siti ognuno si propone come meglio cerde …poi, le fonti che sono sempre segrete, tutelate dalle Leggi,smentiscono,sbugiardano gli illusionisti,cialtroni,pifferai al servizio del cavaliere del momento,piu’ grilli parlanti
    o no?

    • Salve,
      come suo “solito” ha di nuovo inondato la carta di non sensi, di ridondanti parole e di diffamazioni, continua a non dare un riferimento alcuno che collimi con l’articolo che le ricordo è la “puzza” proveniente dall’impianto, per il futuro se può, tenga sempre a mente l’oggetto e non divaghi.
      Cominciamo con l’enunciare che le spiegazioni da lei richieste sulla “produzione della puzza che l’Azienda deve dare, sono state già fornite per bocca dell’amministratore del COGESA il 21 c.m. con l’articolo seguente
      >>> https://www.ilgerme.it/puzza-al-cogesa-troppo-organico-in-stiva-margiotta-chiede-scusa/
      … le sarà forse sfuggito? Forse non la soddisfa? O volutamente non viene citato per continuare a dire baggianate?
      Tutt’altro affare il pacchetto economia circolare di cui tanto si impasta la bocca sempre per la vicenda “PUZZA”.
      E’ un pacchetto di 4 direttive che ne modificano 6 in materia di rifiuti, imballaggi, discariche, Raee, veicoli fuori uso e pile e sono le n. 849-850-851-852/2018/Ue, emesse con data 30.05.2018 ed in vigore dal 04.07.2018 e sono da recepire entro il 05.07.2020 , da recepire… che è cosa ben diversa dal suo “adeguarsi”.
      Di seguito, alcune soglie indicate nelle nuove normative per il “conteso argomento” del “riciclaggio dei rifiuti urbani” : il 55% entro il 2020 ,il 60% entro il 2030 e il 65% entro il 2035 e quindi le distanze temporali sono di molto allungate, nessun termine 05.07.2020 come da lei erroneamente indicato.
      Mentre per le altre direttive si indicano come obiettivi da rispettare rispettivamente per:
      – i rifiuti conferiti in discarica la percentuale massima ammessa è fissata ad un massimo del 10 % entro il 2035;
      – gli imballaggi, questi dovranno essere riciclati per il 65% entro il 2025 e il 70% entro il 2030;
      – I rifiuti tessili e i rifiuti pericolosi delle famiglie dovranno essere frazionati separatamente dal 2025;
      – i rifiuti biodegradabili andranno raccolti separatamente o riciclati a casa attraverso il compostaggio.
      E come ben vede le direttive fissano degli obiettivi da raggiungere e non indicazioni di come vadano raggiunti, quindi nessun legame con macchinari e impianti fatiscenti, personale non qualificato e altro da lei menzionato.
      Ora passiamo ai finanziamenti per l’implementazione dell’economia circolare, che non sono solo i “Fondi Strutturali e di Investimento Europei”, ma anche da Orizzonte 2020, dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) e dal programma LIFE (li troverà al 3° capoverso del link) :
      >>> https://ec.europa.eu/commission/priorities/jobs-growth-and-investment/towards-circular-economy_it#relatedlinks
      Per le certificazioni a suo dire comprate ed iniziali, credo che nemmeno le ha lette visto che sono datate 17.09.2018 e che gli impianti hanno qualche annetto in più e poi il mettere in dubbio la validità e serietà della società certificatrice è un’altra delle sue innumerevoli perle.
      Ennesima correzione da farle sempre per l’economia circolare è che sono 54 in totale i punti da attuare e non 10 e qui mi riservo io la veridicità della risposta, viste le affermazioni non chiare di “10 sezioni da superare, qui siamo alla prima di ogni “famiglia”.. di che cosa? (tutte le indicazioni nel precedente link menzionato).
      In ultimo temo che non sarà mai contento ed appagato e maledirà la UE con i suoi finanziamenti semmai arriveranno.
      Chissà per lei dove risiede la verità … nessuna “istituzione” è salva a suo dire, tutti bugiardi e corrotti, dubita di tutto e di tutti, forse anche di se stesso!

  12. bene.e’ tornato dal meeting di fine settimana, mare o montagna non importa,ha ricevuto gli ordini,puo’ racconatare ulteriori fantasie….le Direttive Comunitarie sono vincolanti,
    obbligatorie, quindi Leggi a cui adeguarsi,ne mancano alcune ma e’ sulla buona strada,Legalita’ nel rispetto delle disposizioni,dunque la “produzione della puzza e’regolare,normale o illegale, tossica? Fondati i sospetti sul mal funzionamento degli impianti,le inchieste faranno luce,in attesa dei risultati, “amministratori” attenti ai propri doveri avrebbero chiesto ,alle persone/aziende qualificate,specializzate ,esperte almeno un parere per poi “rassicurare” i cittadini.. noi, l’italietta e’ sempre ultima nel recepirle le direttive,inclusi gli obiettivi,ecco le ragioni dei mancati finanziamenti,e delle multe ,per inadeguatezza siamo i primi in classifica, non siamo capaci,basta leggersi i vari reports per comprendere l’inefficienza ,i’incompetenza degli amministratori e loro indicati,questi ultimi, non tutti ,nel gestire gli enti/aziende sono degli inetti,impreparati ,semplicemente degli indicati in assenza di meriti specifici di cui il campo/materia richiesto,per una gestione sana e consapevole…piu’ del vento,temperature, (un ciarlatano sosteneva:gas provenienti da nuclei industriali che via montagne arrivano in valle,un amico di merenda ?) o mancanza di personale/impianti chiusi per ferie,occorrono delle prove/evidenze scientifiche,meglio se certificate da enti/aziende qualificate,inerente sgd iso ,basta la parola Lloyd’s’assicura,famosa,prestigiosa,da piu’ fiducia..quindi si preparano i documenti per la richiesta e di cui gli obblighi per l’iter burocratico,si paga e si ottiene la certificazione,tante le “famiglie” iso,tutte con le fasi introduttive ,la prima,poi ci sono le sezioni da superare,per quelle richiamate ,10,esistono anche in rete agenzie specifiche che garantiscono il buon esito della fase introduttiva,una normalita’… se ben ricordo,in passato si riceveva anche un’aiutino,un contributo,bastava chiedere all’agenzia amica….
    i finanziamenti sono e rimangono europei,le nuove disposizioni,anti truffe,prevedono l’obbligo del coofinanziamneto del paese richiedente,ecco i fondi della PresidenzaConsiglio,Ministeriali
    Regionali… sui siti istituzionali tutte le informazioni,in Europa e’ tutto chiaro,semplice trasparente,in rete ogni tipo di informazione,documenti,dati,numeri,bilanci,ecc,ecc,anche qui siamo in ritardo,abbiamo delle Leggi specifiche”massimo grado di trasparenza e tracciabilita'” P.A./anticorruzione/Foia ecc. tutte da recepire,inapplicate…basta dare un ‘occhiata in rete ,molti enti,agenzie.aziende pubbliche non pubblicano gli atti,documenti,delibere,
    ecc.ecc addirittuta tanti non hanno il sito di riferimento…concludo le informazioni sono di pubblico dominio,occorrono sicuramente ai gestori dell’azienda in questione,ed anche a tutti quei cialtroni di pubblici amminitratori che non riescono a predisporre un progetto,un piano per una richiesta di finanziamento europeo ,nello specifico i denari sono pronti,(piu’ di 5 miliardi) per l’erogazione,basta essere pratici,efficaci,competenti,concreti,preparati,
    adeguati,o no?

    • Innanzitutto le sue illazioni sulla mia persona mi rimbalzano in quanto completamente astratte ed avulse da ogni realtà e riferimento e sono un chiaro segnale di una sua certa debolezza e incapacità al confronto.
      Dimostra di essere anche un bravo doppiogiochista, li dove finora si era “fissato” con il termine “recepire entro il 05.07.2020” , ora che ne ha capito e aggiungo “finalmente” il significato, fa finta di nulla ribaltandolo in “ADEGUARSI” e non indicando le varie scadenze, dove quella a lei più cara – i RIFIUTI – è posta nel lontano 2035 (altri 15 anni e poi, semmai ne riparleremo)… semplicemente insabbia.
      Non ha argomenti da sfruttare e continua a oltraggiare tutto e tutti con il pastrocchio del copia e incolla dei precedenti post, continuando a non fare chiarezza sull’argomento, ma tant’è, ormai è un libro aperto, non ce la fa diversamente.
      Chiudo “rubandole” l’ultima frase che la rappresenta in modo inequivocabile: “Basta essere pratici, efficaci, competenti, concreti, preparati, adeguati”, come lei!
      Chapeau per la sua “coerenza” e questo l’aggiungo io 🙂 .

  13. bene ,caro predidentissimo l’eta’avanza.manca la lucidita’,ognuno ha dei limiti basta riconoscerli…racconta banalita’,continua nel pubblicare informazioni,disposizioni di Legge che gli addetti in materia dovrebbero conoscere,ecco il punto,gli ttuali gestori dell’azienda in parola, non riescono nel loro missione,mandato,non sanno cosa fare per” adeguarsi” alle direttive EU,da ” recepire ” entro non oltre il 05/07/2020 ,dunque si cerca di “insabbiare” l’inefficienza amministrativa degli amici di merenda,non riescono a pianificare,predisporre le domande di contributo,non hanno progetti,meglio non sono capaci di inoltrare le richieste di finanziamneto per “implementare” gli impianti ecc,annunciano e basta….ribadisco : quali le ragioni della puzza,le chiacchiere dei venti,(sempre contro) non danno certezze,risposte adeguate,”rassicurazioni” con evidenze,prove scientifiche, rimngono validi i legittimi sospetti ,tutti quelli delle ” diffamazioni” presunte…gli argomenti sono chiarissimi,si cerca di commento in commento di cambiarli,ovvie le ragioni le “scadenze” dei rifiuti nelle vasche di stoccaggio.. si cerca di cambiare soggetto per evitare il” confronto”,il fare” chiarezza”sull’efficienza,validita’,funzionalita’,efficacia degli impianti,macchinari,
    tecnologie,ecc,ecc,….
    di inequivocabile,inconfondibile,esplicito sono i mezzi incendiati,piu’ che confronto,minacce,
    intimidazione, quali le ragioni? non si oltraggia nessuno,i fatti ,la realta’ dice di pochissima trasparenza,piu’ di avvertimento,per nulla raffinato altro che tanto di cappello
    o no?

  14. Non sono chi lei non sa e ignoro quali siano le sue doti per presumere ciò… ergo continua ad errare sul soggetto e non solo.
    Le informazioni date sono ad uso di tutti, lei incluso, e sono li a provare con riferimenti, le sue errate affermazioni, che come già ammesso non sono collegate all’articolo, ma purtroppo necessarie a chiarire, che lei può certamente controbattere in pari modo; poi ogni lettore si farà la propria idea.
    Continua a calunniare sulla capacità operativa (e per di più futura) del COGESA con congetture tutte sue, ha doti di paragnosta che potrebbe utilizzare in miglior modo.
    Le risposte sul caso “puzza” sono state date dal COGESA e se non la soddisfano ce ne faremo una ragione.
    La veridicità o meno di quanto affermato sono vagliate dagli organi competenti… noi cittadini ne possiamo parlare ed è quello che stiamo facendo e non possiamo sostituirci a loro anche se vedo che freme e vorrebbe e con chissà quali azioni, stessa risposta per il caso mezzi incendiati.
    Parlare di trasparenza dove lei continua a buttare i sassi dell’ingiuria e della diffamazione nel fiume dell’informazione… non merita risposta.

  15. bene,l’illusionista cerca con effetti magici di dare a credere che e’ tutto vero…. maestrini saputelli prezzolati compari di merenda,piu’ del gioco delle tre campanelle ,cercano con abilita’ di confondere,truffare gli ignari giocatori,nel caso Cittadini lettori…le informazioni,regole,norme,Leggi ecc sono tutte in chiaro sui siti istituzionali,Europei,
    Nazionali,Regionali,Comunali,ecc anche su quelli delle aziende in competizione,tutti possono controllare/verificare la veridicita’ delle affermazioni…noi Cittadini consapevoli ci atteniamo ai fatti,alla realta’,non alle dichiarazioni,agli annunci,alle chiacchiere del signore del momento,oltretutto come gia’ detto ,Vincenzino,brava persona, non ha nessuna competenza in materia,quali le specializzazioni,qualifiche,conoscenze per stabilire con certezza le responsabilita’:sono della natura,banale,insignificante, un ‘offesa all’intelligenza umana,altro che ce ne faremo una ragione…gli imbecilli sono sicuri di se’,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi…la realta’ della vita vissuta ,quella vera, di tutti i giorni,non quella dei fantasiosi racconti,quando ci sono delle azioni intimidatorie,insegna,dice cosa,? Nella materia specifica” ECOMAFIE”,dossier/reports nazionali parlano di quasi cento reati al giorno,piu’ di 16 miliardi il giro d’affari illegale,cresce molto di piu’ del Pil dell’Italia intera….quindi noi cittadini consapevoli non ce ne facciamo una ragione,non accettiamo,combattiamo,denunciamo,vogliamo ,esigiamo chiarezza,trasparenza,responsabilita’ altro che ingiure,calunnie,diffamazioni,qui le criticita’,incongruenze,illogicita’,ambiguita’ sono tante,nessuna certezza,dai bilanci,via daneco,asa alto sangro,affidamenti/concorsi/gare ecc.,azioni intimidatorie incluse , e’ tutto a dir poco illegittimo,quanto accade e’ sotto la luce del sole,di certo non dipende da me,non ho nulla da nascondere,da insabbiare,non ho nessun ruolo nell’azienda….gli eventi ruolo devono preocuparsi,gli organi di vigilanza e controllo hanno acceso i fari….
    fondati,legittimi sospetti di illegalita’..l’ecomafie sono ovunque,la Commissione bicamerale e’ stata allertata?l’illusionista paragnosta che dice,che vede?previsioni sull’operativita’
    sereno o tempesta,pioggia o fuoco,vento o calma piatta…occhi aperti e naso chiuso,in attesa delle prossime ,future informazioni.
    Avere una grande cultura non significa essere intelligente,o no?

  16. ancora a baccagliare?

    basta fare un bando di gara dove nei punteggi viene valorizzato l’impatto ambientale (puzza, traffico dei mezzi, polveri ecc ecc) oltre le tariffe ovviamente. poi vedete come strizza il deretano a tutti! il bando ovviamente su scala nazionale (se non europea). e aggiungo che forse c’è un progetto depositato in regione di ampliamento della discarica (o nuova) a Noce Mattei…cara redazione approfondisca.

  17. Penso k una società del genere sia sottoposta a parecchi controlli come si legge da articoli recenti e non dopo tutto per fortuna non ci ritroviamo in alcune realtà del sud italia dove sotto campetti di calcio troviamo rifiuti nucleari

  18. bene,il saputello prezzolato delle comunicazioni non sa piu’ cosa dire,salta,vola da un campo all’altro sperando nel miracolo di madre natura…o come accade molto spesso un bel falo’..da nord a sud via centro,est,ovest le mafie prendono e basta ,la daneco era partita dal profondo sud,poi nord,infine centro dove con un bel fallimento….la gare,concorsi,affidamenti,ecc sono stati fatti purtroppo annullati,quali le ragioni?i rifiuti particolari sono nelle vasche di stoccaggio,i fanghi pure,puzza inclusa ,tutto regolare,a norma di legge? Documenti,certificazioni,verifiche dove,come ,quando e perche?..illuminante , preoccupante : nel settore rifiuti,l’azienda leader,che confezionava appalti ,impianti e soprattutto inchieste, era guarda caso,la daneco…compagna di merenda, dunque piu’ che fortuna,sventura….
    Albert diceva di non avere particolari talenti,ma di essere molto curioso,Eraclito,Da Vinci,pure,altro che relazione,o no?

  19. bene,i problemi sono sotto la luce del sole,ecomafie conmprese,si fa finta di niente,o meglio gli amici di merenda,i saputelli maestrini prezzolati,dell’ufficio propaganda difendono,giustificano l’ingiustificabile ,in assenza di risposte le domande rimangono tutte ,sono i problemi che girano su se stessi,gli aventi ruolo non hanno soluzioni,questa e’ la realta’,i rimedi esistono,le tecnologie pure,il nord europa con la “munnezza” riesce ad avere profitti economici incredibili,con energia gratuita,acqua calda,benefici ai Cittadini,altro che buche fai da te,meglio le hole in one (ace) almeno portano “eccellenti professionisti”
    (non cialtroni incompetenti) e ricchezza,o no?

    • La risposta al caso “PUZZA” e ripeto “PUZZA” vi è stata, può non condividerela, ma non può negarla e nasconderla.
      La sua internazionalità (linguistica quanto residenziale o di domicilio) quasi mi commuove, ed al suo termine golfistico contrappongo il valore (suo) del due di picche nel bridge o del più casereccio due di coppe quando a briscola comanda bastoni… scelga lei… liberamente.

  20. bene,l’amministratore,persona per bene,non ha nessuna competenza,qualifica specifica,quindi dovrebbe esibire,dimostrare con appropriata documentazione,certificazione,conferme,dettagliate prove /evidenze scientifiche (da parte di enti/agenzie/aziende specializzate) attestante la provenienza,produzione,quali le ragioni, quali i gas,pericolosita’,ecc,ecc, ha dichiarato banalita’: le rasponsabilita’sono di madre natura,le ragioni dei commenti …l’ufficio propaganda del saputello e’ intervenuto per “buttarla in caciara” ora anche offese ,pensando di averla vinta,il due di coppe non raccoglie,e rilancia , sempre pronto,
    soprattutto con i cialtroni illusionisti sicuri di se’,la buca e ‘piena,che fare?
    Di oggi la notizia del rogo (10 in Lombardia nel 2019) nel deposito/stoccaggio rifiuti , guarda caso sempre quando ci sono inchieste per irregolarita’…occhi aperti,ci azzecca il gioco delle tre carte,non il bridge,gioco raffinato,complesso per intelligenti,mica per maestrini incapaci,o no?

    • La caciara è partita da lei fin dal primo post dilagando nell’economia circolare, ora inserisce anche gli incendi di discariche in Lombardia e chissà dove riscontra il legame con il COGESA e con la “puzza”, ma fa..notizia!
      Se la buca è piena si saprà dopo le dichiarazioni della commissione di Controllo e Garanzia, e se ne sapranno anche le loro decisioni.
      Sul 2 di picche, se legge il suo post, se lo è anche “affibbiato autonomamente ed in piena libertà” ( “il due di coppe non raccoglie, e rilancia, sempre pronto” ), in uno improvviso quanto inatteso atto di auto psicoanalisi direi 😉 , informandoci che è anche poco portato ai giochi di carte/campanelle… giustamente troppo raffinati!
      Lei accusa l’amministratore del COGESA di “non ha nessuna competenza,qualifica specifica”, ma le sue di competenze? E dove la documentazione attestante le sue affermazioni?
      Metta una buona volta e nero su bianco, il suo sapere e le sue conoscenze… nero mi raccomando, no marrone su bianco 😉

  21. bene, il meestrino saputello pennivendolo prezzolato non sa piu’ cosa scrivere,cambia in continuazione argomento,cerca una pista,un pretesto pur di giustificare le azioni dei gestori dell’azienda in parola,i fatti,la realta’ dicono incapacita’,inconcludenza,inefficienza,
    inefficacia,puzza inclusa…si cerca di dare a credere che gli asini volano,le ragioni dei commenti,punto….Vincenzino,avvocato, persona per bene,che ci azzecca con la munnezza? Dunque
    e’ l’amministratore che deve dimostrare,provare le sue specifiche competenze,qualifiche in materia,non io, e soprattutto non devo spiegazioni a nessuno,per le mie affermazioni basta leggere,informarsi,controllare,verificare,le notizie sui mezzi di informazione,tenendo presente che alcuni pennivendoli prezzolati fanno il doppio gioco,quindi sempre cautela, attenzione, riscontri certi prima di fare caciara….e’ vero non gioco a carte non e’ un piacere il gioco d’azzardo,si rischia troppo, si finisce in mutande, con amici a dir poco cattivi….ora anche i percorsi,l’educazione scolastica,nero su bianco,5 elementare….oggi, piu’ che mai,le persone colte hanno il dovere di seminare dubbi,non di raccogliere certezze..
    concludo,per l’economia circolare della munnezza e’ tutto inventato,pronto all’uso, lunghe scadenze comprese,basta copiare(non fai da te) le soluzioni,tecniche,strategie,metodi,sistemi vincenti,dei leader mondiali,le eccellenze nord europee,non di certo quelle locali,tipo daneco,bocche di forli’,ecc altro che in attesa dei risultati dell’audizione,non manchero’…e se gli asini non volano? Che fare?o no?

  22. Come fa, a dire che cambio discorso se parliamo sempre degli stessi suoi argomenti?
    Io non giustifico nulla e nessuno e rispondo di volta in volta ai suoi post… le do spago e ben volentieri e sono ben corrisposto, sempre.
    Di certo si è capito che lei non deve spiegazioni alcune, ma che le pretende e basta, non ne ha di sue da fornire, per sua stessa ammissione.
    Il problema sembra essere l’amministratore, reo di non avere le competenze ma qualè il corretto metro di valutazione? Chi porre al suo posto? Ha lei un valido sostituto? E ancor di più, basterà a soddisfarla e a placarla? Ne dubito.
    Se non deve spiegazioni, dia almeno indicazioni!
    Per l’appunto…che fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*