Inaugurazione palestra Raiano, minoranza: “Spot elettorale”

La minoranza di Raiano di Alternativa Civica Democratica attacca il sindaco Moca per l’inaugurazione della palestra di 800 metri quadrati della scuola comunale che è avvenuta sabato alla presenza dell’ex sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Gianni Letta. Secondo la minoranza la cerimonia sarebbe stata fatta appositamente ad una settimana dalle elezioni amministrative con l’alibi della riapertura delle scuole prevista per il 24 settembre. “E’ vero che trattasi di ‘elezioni truffa’ – scrive la minoranza – cioè ad esito scontato, ma questo non attenua e non giustifica la gravità di una scelta mirata e studiata a tavolino, avente lo scopo di trasformare un evento di interesse di tutti in uno spot elettorale. La Scuola è di tutti e non può essere ricondotta ad uso strumentale di parte ogni volta che c’è una scadenza elettorale”.

“È necessario ribadirlo – scrive la minoranza -, sull’ iter procedimentale, attuativo, della nuova scuola ci sarebbe da dire e da approfondire. A partire da quando è iniziato il procedimento verso la Regione, per finire a tutti gli incarichi professionali tutti marsicani, all’aggiornamento dello studio di vulnerabilità affidato allo stesso professionista incaricato della progettazione preliminare invece che all’Università della Basilicata, Ente Pubblico, che aveva redatto lo studio iniziale. Oltretutto, in corso d’opera, si realizza una variante per la palestra, su incarico comunale e ad opera della stessa Impresa, alla quale dopo anni dal precedente contratto e al previsto termine dei primi lavori viene affidato direttamente il compito di realizzare l’intervento di ampliamento e adeguamento del corpo palestra per un importo lavori di Euro 420.000,00, oltre i 3.160.000,00 Euro già assegnati precedentemente”.  Alternativa Civica Democratica si domanda dunque se tutto ciò sia lecito.

1 Commento su "Inaugurazione palestra Raiano, minoranza: “Spot elettorale”"

  1. Un cittadino di Raiano | 15 Settembre 2020 at 11:25 am | Rispondi

    Una pratica ben nota ai sinistri raianesi, che se ne sono sempre avvalsi.
    Ma il loro elettorato trinariciuto (come scriveva il buon Guareschi) ha la memoria labile (o finge di non averla)…
    Poi si offendono qualora qualcuno, come nel 2006 un notissimo leader politico nazionale, li chiami per nome.
    Spiegate, piuttosto, al vostro elettorato (e, perche no?, a chi ha la fortuna di non avervi mai votato) le motivazioni della vostra assenza dalla contesa elettorale.
    Ma spiegate i veri motivi, non prendetevela con l’amministrazione comunale, con i 5 stelle di Raiano o con il “prezzano”. Fate autocritica una volta tanto.
    Ah già, la colpa è sempre degli altri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*