Infiltrazioni nel nuovo ospedale: odori nauseabondi a radiologia

Finestre aperte e respiro trattenuto, per quanto possibile. A meno di tre anni dall’ingresso nella nuova struttura ospedaliera dell’Annunziata le condizioni logistiche sono diventate già “insopportabili”.

In particolare tutto il piano terra dell’ospedale nuovo, dove c’è l’area di radiologia, ma anche e soprattutto dove si trova la lavanderia e gli spogliatoi dei tecnici, è infestata da giorni da un odore nauseabondo.

“Un misto di puzza di guano di piccone, umidità e putrefazione” cercano di spiegare gli addetti ai reparti “che si era già verificato in passato, ma che è diventato insopportabile negli ultimi giorni”.

La Asl ha fatto già intervenire un paio di volte una ditta specializzata nello spurgo delle fogne e dopo un sopralluogo di tecnici sembra che il problema sia stato individuato, anche se non ancora risolto.

Si parla di infiltrazioni dall’esterno, ma non si è capito bene da dove, se cioè dipenda da una perdita del sistema fognario o altro.

Per una struttura nuova non è esattamente quello che ci si aspettava, ma, d’altronde, quello dell’odore nauseabondo al piano terra, è solo uno dei problemi strutturali spuntati nel nuovo edificio a meno di tre anni dalla sua entrata in funzione.

Commenta per primo! "Infiltrazioni nel nuovo ospedale: odori nauseabondi a radiologia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*