La cultura batte cassa, oltre 2.000 euro di introiti dai musei ad agosto

Si può e si deve far meglio, ma intanto il turismo culturale inizia a respirare e a dare i suoi frutti. Il tutto dopo due anni in cui è severamente danneggiato dal Covid e dalle restrizioni che esso ha imposto specie negli spostamenti tra le regioni all’epoca delle zone gialle, arancioni e rosse. Il mese di agosto, per Sulmona, ha fruttato 2.262 euro di soli biglietti venduti per le visite ai musei sulmonesi.

Dati sicuramente più incoraggianti rispetto a quelli di fine 2021, con 774 euro tra novembre e dicembre, e ancor meglio rispetto a gennaio con 704 euro entrati nelle casse comunali attraverso la cultura. Un disastro, invece, fu l’incasso durante la settimana santa con appena 134 di introiti.

Insomma, la parte finale dell’estate sulmonese ha tirato la carretta, complici anche i grandi eventi come il MuntagnInJazz e la Giostra Cavalleresca d’Europa che, probabilmente, hanno spinto sull’acceleratore in un mese che, già di per sé, richiama i turisti nella città ovidiana.

2 Commenti su "La cultura batte cassa, oltre 2.000 euro di introiti dai musei ad agosto"

  1. Mi preoccuperei più di assicurare una fruizione corretta dei luoghi di cultura per una vera crescita.
    L’assenza del rispetto degli orari di apertura, la loro limitata apertura o peggio la loro inaspettata chiusura senza saperne le motivazioni, e la perenne indisponibilità/chiusura di essi, non aiutano assolutamente il cittadino/turista nel creare quel circolo vizioso automatica di richiamo turistico di cui la città potrebbe ben godere.
    Cura della città e suo costante mantenimento, collegamenti e trasporti adeguati della città come all’esterno di essa, “ripristinare” una vivibilità che era il fiore all’occhiello della città che si è persa negli anni, queste una parte non esaustiva delle azioni necessarie a tutti nota per riportare la nostra città agli onori di un’epoca lontana e sempre recuperabile.
    Bisogna crederci e semplicemente applicarcisi su, non ci sono cose impossibili e insuperabili o muri di gomma impenetrabili.
    A tutti noi cittadini fare il proprio con convinzione e applicazione per il bene di tutti noi.
    La città, prima che capitale della cultura, la preferirei capitale di stile e qualità di vita.

  2. Si canta vittoria ma 2262 euro a fronte di una spesa di??? Tra personale acqua luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*