L’addetto stampa sulla via di Damasco

Meno di due settimane di tempo per poter rispondere all’avviso: il sindaco di Sulmona Gianfranco Di Piero, ha deciso di completare il suo staff, aprendo una posizione part-time (18 ore settimanali) che andrà ad aggiungersi a quella assunta a gennaio scorso.

A differenza di Stefano Calore, esperto in bandi europei che finora ha ben operato sul Pnrr, però, sembra che questa volta il primo cittadino nel suo ufficio voglia qualcuno che si occupi principalmente di comunicazione. Una sorta di addetto stampa, insomma, motivo per il quale probabilmente, è stato ora pubblicato un nuovo avviso, di fatto non considerando le domande arrivate in quello scorso.

Magari qualcuno che si è dimenticato di farla la domanda e che ora, colto sulla via di Damasco, si è convertito alla causa di Liberamente Sulmona. Pronto a cospargersi il capo di cenere.

Sì, perché l’incarico che ricoprirà non sarà istituzionale, ma prettamente fiduciario: tant’è che, a prescindere dagli avvisi pubblici, il sindaco può nominare direttamente qualcuno. All’aspirante staffista, d’altronde, verranno assegnati compiti di supporto nei processi partecipativi con la cittadinanza e le istituzioni locali, la cooperazione con la segreteria comunale per garantire la corrispondenza tra azione amministrativa e indirizzi di governo e il supporto al sindaco nelle azioni di indirizzo e controllo per l’attuazione del programma di mandato.

Il trattamento economico per l’incarico che durerà fino a fine mandato (sempre che il rapporto di fiducia regga) è quello di una categoria giuridica C.

Per partecipare non è richiesta l’iscrizione all’Albo dei giornalisti (non essendo formalmente la figura di addetto stampa che dovrebbe seguire ben altre procedure pubbliche), ma solo essere maggiorenni e godere dei diritti civili, nonché di “avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana”. Almeno quello.

Le domande dovranno essere presentate entro il 16 settembre, allegando il curriculum vitae formativo e professionale e una copia del documento di identità. Tante volte l’identità del prossimo staffista fosse sconosciuta…

5 Commenti su "L’addetto stampa sulla via di Damasco"

  1. Paolo di Tarso | 4 Settembre 2022 at 07:26 | Rispondi

    Tu parteciperai alla selezione?

  2. A proposito di Bandi Europei e’ possibile avere un consuntivo delle operazioni effettuate sul PNRR?

  3. Pink little ball | 4 Settembre 2022 at 18:16 | Rispondi

    《Per partecipare non è richiesta l’iscrizione all’Albo dei giornalisti (non essendo formalmente la figura di addetto stampa che dovrebbe seguire ben altre procedure pubbliche), ma solo essere maggiorenni e godere dei diritti civili, nonché di “avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana”. 》
    È richiesto che sappia leggere e scrivere?🤩

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*