L’assessore giardiniere, il Pd: “Propaganda senza stile”

L’appuntamento del week end non è mancato neanche questa settimana a Sulmona: “pala e piccozza” i volontari sono scesi in strada per ripulire angoli e parti della città. Quella del volontariato, in verità, è un’azione – nobile – che c’è sempre stata e in particolare con il Gruppo dei volontari delle frazioni, che in silenzio lavora da anni per dare dignità al decoro urbano e mettere una toppa alle distrazioni delle amministrazioni comunali. Dalla scorsa estate, però, il fenomeno è diventato mediaticamente sovraesposto, come si dice in gergo, con dirette Facebook, articoli di giornali, selfie e grandi quantità di like. Tanto che il Gruppo delle frazioni ha tenuto a prendere le distanze da chi voleva mettere il cappello sul suo operato.


In prima linea quasi sempre la nuova figura dell’assessore giardiniere, ovvero Salvatore Zavarella che la sua delega alla Manutenzione l’ha interpretata forse un po’ troppo alla lettera.
E’ contro di lui che si scaglia così il Pd cittadino, definendo pura propaganda il suo attivismo con il decespugliatore, finalizzato a coprire i fallimenti del suo assessorato nei diversi campi.
“L’assessore Zavarella, che ha deleghe importanti quali Lavori Pubblici, Manutenzione e Verde, Protezione Civile, Ricostruzione, Servizi Cimiteriali, Casa Italia, Sport, Rete Gas, Trasporti, non perde tempo a notiziarci di quanta erbaccia abbia strappato con le sue mani dalle mura cittadine e a documentare questa sua nobile arte disinfestante con tanto di foto e video postate sui social. La domanda sorge spontanea – scrive il Pd -: ma non è forse suo dovere provvedere a far ripulire la città anziché strumentalizzare un gesto nobile e solitamente anonimo come il volontariato? E si perché l’assessore non lo fa da volontario, ma viene retribuito mensilmente con soldi pubblici!”.


In realtà il compenso che Zavarella prende da assessore non è corrisposto certo per fare il giardiniere, non sia mai dovesse intentare una nuova causa per diventare “giardiniere quadro”, un po’ come quella che ha fatto alla Saca; ma per amministrare la Cosa pubblica e in particolare i settori oggetto delle sue deleghe, che non sono proprio di secondo piano.
“Risultati da parte dell’assessore non se ne vedono – continuano i Dem -: il liceo classico per esempio, Casa Italia, la battaglia contro la Snam, i cantieri per la ricostruzione, palazzo Pretorio, palazzo Mazara, le scuole in genere. Tutti temi di sua competenza. Niente di niente. È più comodo d’altronde coprire il niente con qualche ora del sabato con il megafono a seguito, vero assessore?”.


Ma le accuse del Pd non si fermano qui e pongono dubbi anche sul resto delle truppe di volontari, o almeno su una parte di queste: “Se poi qualche ditta che si presta al ‘volontariato’ è ditta che riceve dalla Saca, società di cui lo Zavarella è dipendente, tanti lavori con affido diretto – si legge ancora nella nota -, il quadro è ancor più imbarazzante. E poi ci chiediamo: dove vengono smaltiti i rifiuti prodotti dai volontari? Al Cogesa? E il Cogesa a chi affida lo smaltimento?”.
In attesa delle risposte, il Pd pone anche una questione di stile: “Chi fa davvero volontariato non lo sbandiera ai quattro venti, non ha megafoni e fotografi a seguito. Lo fa e basta. Utilizzare invece il termine volontariato per coprire la propria inadeguatezza e per farsi contemporaneamente la campagna elettorale è un’ offesa a quei tanti volontari veri che disinteressatamente ed in forma anonima mettono il proprio tempo a servizio di una causa o del prossimo senza secondi fini”.

7 Commenti su "L’assessore giardiniere, il Pd: “Propaganda senza stile”"

  1. “Il bene si fa ma non si dice “ diceva mia nonna !
    Tutto il resto e’ propaganda politica !
    Il vero volontariato si fa in silenzio senza darsi troppo le arie ! C è gente che sono anni che pulisce il proprio quartiere senza mai queste spacconerie volgari !
    Certa gente pur di ricevere like e consensi non sa più che inventarsi ! Fate pena

  2. Finalmente qualcuno che ha notato questo circo ridicolo !

  3. Immagino ora sulla bacheca del volgarone gli insulti che fioccano! Per capire la giostra basta vedere quali sono i politici compiacenti che mettono i like sotto le dirette e fare 1+1 ! Su facebook sono tutti eroi !

  4. Il problema e’ che c è chi ci crede pure !
    I…. e non sono del PD!
    Sulmona deve avere il modo di essere gestita con i soldi che paghiamo noi cittadini e che cazz ….come tutte le città di Italia !

  5. Luigi Gagliardi | 19 Ottobre 2020 at 8:40 am | Rispondi

    Una nuova puntata della serie “il PD scomunica gente”, dovreste fare davvero una mini serie su netflix 😂 mi fate scassare dalle risate, vi prego continuate 😂

  6. Salvatore franco Del Monte | 19 Ottobre 2020 at 6:48 pm | Rispondi

    Da uomo di sinistra ritengo sterile e senza senso la polemica piddina..

  7. Elettore del PD (fino a ora) | 19 Ottobre 2020 at 7:29 pm | Rispondi

    Se questi sono gli argomenti del PD di Sulmona…stanno messi proprio male!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*