Lega Sulmona: “La Saca dei misteri”

La Lega di Sulmona torna sul sito web “istituzionale” della SACA dopo che è stata sollevata da questa testata la questione della trasparenza dell’ente. Il sito infatti è privo di alcuni fondamentali dati, che avrebbero dovuto essere pubblicati “per legge”. “Difatti misteriosamente non sono presenti in primis tutti gli atti deliberativi dell’amministratore unico, poi quelli del consiglio di amministrazione – scrive il coordinamento cittadino della Lega -. Ci chiediamo noi della Lega Sulmona come mai la SACA abbia poco a che fare con la trasparenza che, normalmente, l’acqua ci si augura abbia. Delle ‘gelide uberrime’ acque di ovidiana memoria, evidentemente, non resta traccia alcuna. Ci chiediamo per quale oscuro motivo la SACA si sia determinata ad omettere la pubblicazione di dati ed informazioni così importanti, contravvenendo alle disposizioni di Legge”.

Aggiunge la Lega: “Al contrario invece sono pubblicati sia gli atti di gara espletati (per la stragrande maggioranza assegnati in forma diretta), che i bilanci ricchi di incognite e necessari di chiarimenti ed approfondimenti. La Lega Sulmona solleciterà gli interventi delle autorità preposte al controllo e alla vigilanza, al fine di dirimere le ombre che avvolgono di mistero la condotta tenuta dagli organi della SACA. Parimenti invitiamo i sindaci soci a controllare ed approfondire i preoccupanti bilanci depositati che ad una attenta lettura certificano una situazione debitoria particolarmente allarmante. Si rende necessaria una ‘operazione verità’ sulla gestione delle partecipate, come anche del Consorzio di Bonifica al fine di verificare ed individuare le singole responsabilità che hanno determinato gravissime situazioni finanziarie che ne mettono a rischio la tenuta e la sopravvivenza. La Lega Sulmona sarà in prima linea nel chiedere l’accertamento della verità”.

5 Commenti su "Lega Sulmona: “La Saca dei misteri”"

  1. Finalmente qualcuno che alza la voce contro questi scellerati ! Brava Lega !

  2. Si stava a mangna tutto sta combriccola ! Mo pure il finto volontario hanno arruolato , nu purcar che non te’manc la terza media !

    • Sì ma che vuoi fare la Svizzera in Abruzzo? La Lombardia in Valle Peligna? Qui si sa che la zona è più povera,le persone sono di valore umano un po’ così E dì qualcosa di rimedio hanno bisogno per vivere. Non si può chiedere una efficienza e una puntualità tedesca alla saca cogesa comuni ed altri enti statali , se svolgono come cerchiobottisti meta’ lavoro e metà sociale per mandare avanti la baracca.

      • Ma statt zitt !! Che Svizzera ????!! Qua stiamo come la Libia altro che Svizzera ,finitela di cercare di giustificare queste zozzerie ! Quelli sono i soldi di noi cittadini cazz In baracca ce l hanno trosfomata loro !

  3. Nessuno credo voglia fare la Svizzera i problemi lì dentro Sonia ben altri che in pochi sanno no il sito la trasparenza queste sono solo cazzate diteli i veri problemi se li sapete

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*