Letta: “La politica guardandosi negli occhi”

Sceglie Sulmona per il suo esordio in Abruzzo da segretario nazionale del Pd. E lo fa perché il capoluogo peligno è un simbolo di un nuovo corso che ha premiato i Dem alle urne, non solo a Sulmona, ma soprattutto a Sulmona. Enrico Letta è l’ultimo dei big in visita in città per sostenere la campagna elettorale di Gianfranco Di Piero ed è ancora una volta un bagno di folla, nonostante la piccola sala della Comunità montana, con la gente assiepata all’esterno a seguire la diretta video.

Ma l’ex premier ci tiene al contatto e anzi spiega che “il nuovo vento” non è fortuito: “La pandemia ci ha cambiati profondamente nelle relazioni – spiega – la politica urlata e quella dei social è finita. Abbiamo bisogno di guardarci negli occhi per capire se ci possiamo fidare dell’altro. E il Pd sta facendo questo: ascolto, trasparenza e schiena dritta”. L’attenzione è ai giovani, ad un lavoro e una paga dignitosa “troppo spesso confusa con stage e apprendistato. Questo è un Paese che oggi si regge sui settantenni – dice Letta – e invece dobbiamo rendere motore i trentenni e quarantenni, altrimenti non ci sarà futuro”.

Non ha bisogno di una guida in città, perché Sulmona la conosce bene, dice, perché è qui, sulla montagna di Campo di Giove, che trascorre le sue vacanze: “Dove riesco a fare una vita normale, umana – spiega – ed anche da questo che le aree interne devono ripartire, approfittando del miliardo di euro che con il Pnrr abbiamo messo a disposizione dei Borghi e della possibilità di infrastrutturare l’intero Paese. Bisogna tornare alla politica di prossimità e, in tal senso – continua Letta – ci sono spazi per rivedere provvedimenti come la chiusura dei tribunali non di provincia, perché la pandemia ci ha insegnato anche questo, bisogna ridare centralità ai territori decentrati”.

Sceglie Sulmona Enrico Letta, perché a Sulmona si è compiuto uno sforzo straordinario di unità e coalizione, mettendo insieme il centrosinistra, i 5 Stelle e le realtà civiche e perché quel candidato che ha di fronte gli somiglia: “Io e Gianfranco abbiamo lo stesso stile e garbo in politica – dice Letta – non urliamo, ma siamo determinati. Dobbiamo far tornare la politica, la buona politica, al centro della vita della comunità, perché dove non c’è la politica si aprono spazi che creano populismi e noi non abbiamo bisogno di superman”.

Più di un’ora di discorso, senza risparmiarsi e senza guardare l’orologio: nella sede della Comunità montana, in fondo, si sta festeggiando un nuovo corso del Pd e della politica. E la visita del segretario nazionale è per i dirigenti locali, provinciali e regionali, motivo di orgoglio e il riconoscimento di un duro lavoro fatto sul campo e premiato dalle urne.

“Però attenzione – esorta il segretario – il ballottaggio non è il secondo tempo, ma una nuova partita: convincete tutti a tornare alle urne e parlate anche con chi non ha votato per Di Piero al primo turno. Restituite, restituiamo, anche a Sulmona la politica”.

6 Commenti su "Letta: “La politica guardandosi negli occhi”"

  1. Per un calibro della politica come il Presidente Letta mi sarei aspettato di vedere più gente!!!

  2. … praticamente i famosi “ quattro gatti “…
    P. S. Ricordate ai “compagni “ che in una manifestazione in un luogo chiuso vanno indossate obbligatoriamente le mascherine…

  3. Letta ormai fedele al triumvirato Draghi Conte Letta con Landini il maggiordomo.
    Di Piero ti voto perche sei tu. Ma questo governo dei poteri forti appoggiato dal Pd e 5stelle è V E R G O G N O S O… i partigiani si stanno a rivocica’ nelle tombe ..

  4. Sono di cdx. Voto Di Piero perché lo conosco e lo considero un galantuomo. La presenza al suo fianco di Letta è assolutamente ininfluente sulla mia decisione poiché la considero l’ennesima presa per il c…dei politici romani.

  5. Letta rappresenta una parte dell’elettorato di Di Piero; l’altra parte è composta da quei cittadini che confidano in lui per rinnovare liberamente Sulmona.

  6. Tranquilli che mo ci pensano loro a risollevarci.ma per favore…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà mostrato.


*